Florence Autumn School, arriva Ann Lee al posto del sindaco Renzi

Ann Lee
Ann Lee

Impegni istituzionali del primo cittadino fanno saltare l'appuntamento. La professoressa di economia e finanza: "Per uscire dalla crisi joint venture tra il made in Italy e la tecnologia cinese"


“Creare joint venture virtuose tra il Made in Italy e la tecnologia cinese è una delle strade che l'Italia deve intraprendere per uscire dalla crisi”.

Lo ha affermato la professoressa di economia e finanza Ann Lee, tra i massimi esperti di relazioni economiche della Cina e autrice del libro "What the U.S. Can Learn from China",  intervenendo stamani in qualità di docente alla Florence International Autumn School, la scuola internazionale di alta formazione politica ideata dall'Associazione Eunomia, in corso a Villa La Pietra a Firenze fino a sabato 23.

“Le recenti riforme annunciate dal primo ministro cinese – spiega l'economista - fanno capire come nel Paese vi sia una nuova classe imprenditoriale, giovane, colta e cosmopolita, desiderosa di investire capitali privati all'estero.

L'Italia è uno dei partner guardati con maggiore interesse, grazie alla qualità della sua industria manifatturiera e non solo”.

“Gli imprenditori cinesi però – prosegue - oggi temono che investire qui sia difficile, preoccupati dai lacci burocratici che fermano la vostra economia.

Se la nuova classe dirigente italiana, penso a giovani leader come Matteo Renzi, saprà intuire il potenziale di questo mercato e giocare di anticipo rispetto agli altri Paesi europei e agli Usa,  sciogliendo tali lacci, l'Italia potrà essere la prima ad usufruire di questo circuito virtuoso”.

In questo modo, aggiunge Ann Lee, “si consentirebbe alla Cina di rispondere alla crescente richiesta in arrivo dalla nuova classe media di prodotti di alta qualità forti del brand del vostro 'fatto a mano', e all'Italia di creare lavoro, soprattutto per i giovani, e quindi di superare questo difficile momento di crisi”.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina