Scendono in campo anche Fratelli d'Italia e Udc: il candidato è Francesco Gracci. "Rappresenteremo in maniera chiara i valori del centrodestra"

Un momento della presentazione alla stampa di Francesco Gracci (foto gonews.it)
Un momento della presentazione alla stampa di Francesco Gracci (foto gonews.it)


Si conclude con oggi, salvo colpi di scena improvvisi, la scacchiera dei candidati sindaco alle prossime amministrative ad Empoli.

Si è infatti presentato alla stampa questa mattina, 12 aprile, Francesco Gracci, il sesto candidato che concorrerà con gli altri cinque “sfidanti” a governare la città per i prossimi cinque anni.

Gracci non è un volto nuovo per la politica empolese. Era candidato, infatti,  anche alle scorse amministrative e aveva sfiorato per pochi voti il ballottaggio con la sindaco uscente Luciana Cappelli.

Francesco Gracci, 66 anni, empolese doc, pensionato ed ex insegnante di educazione fisica, si presenta con la lista “Il Centrodestra per Empoli”, appoggiata da Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale e Udc.

“La mia candidatura – ha detto Gracci, nell'ultima consiliatura sugli scranni dell'Udc ed ex candidato sindaco del PDL – arriva dopo un percorso sofferto, ma si è rilevata necessaria perché richiesta dai cittadini di centrodestra che si sono ritrovati spaesati dal momento che  non si riconoscevano in nessuna delle liste presentate”.

Le trattative con la lista Morelli non sono andate quindi a buon fine: “Siamo stati contattati – ha proseguito Gracci – ma l’operazione che stavano mettendo su non ci convinceva. In particolare con alcune delle persone presenti nella loro lista non abbiamo niente da spartire. Avremmo preferito replicare l’esperienza unitaria di cinque anni fa ma non è stato possibile. Noi crediamo che a certi valori non si possa rinunciare”.

La candidatura di Gracci non vuole però essere “contro” qualcuno: “Ci candidiamo – ha proseguito -  nell’interesse della città e di chi crede nei valori del cattolicesimo e della famiglia, non per andare contro a qualcun altro. Siamo infatti disposti al dialogo”.

La lista che sosterrà Francesco Gracci sarà unica e composta da rappresentanti dei due partiti del centrodestra e da persone che si riconoscono nei loro valori, lo stesso Gracci, infatti, non ha mai avuto la tessera di un partito.

Alla presentazione, oltre a vari sostenitori e candidati, erano presenti anche Andrea Poggianti, segretario di Fratelli d’Italia e Antonio Bossa, segretario dell’Udc empolese.

“Abbiamo condiviso il programma – ha detto Poggianti, che sarà capolista de “Il Centrodestra per Empoli” – senza bisogno di scendere a compromessi. Noi crediamo che i partiti non siano dei contenitori vuoti e che non si possa governare una città solo con progetti, E’ infatti necessario condividere dei valori e delle idee di fondo.  La nostra lista, comunque, non sarà riservata solo agli attivisti di Fratelli d’Italia e dell’Udc, ma  sarà aperta a tutti coloro che si riconoscono nel centrodestra e sono intenzionati a far risorgere Empoli”.

“In questi anni di opposizione – ha dichiarato Antonio Bossa – abbiamo sempre fatto proposte concrete all’amministrazione che sono state rigettate dai consigli comunali, ma poi in più casi riprese.  Siamo stati i primi per esempio a sollevare il problema del giudice di pace ad Empoli o a richiedere un nuovo tipo di viabilità. I punti del nostro programma che puntano alla rinascita di Empoli sono molti, a partire dal lavoro giovanile e al settore del turismo, che deve essere ripensato in maniera seria”.

Varie sono le proposte per la città anticipate in conferenza stampa e che verranno meglio spiegate durante la campagna elettorale. Queste le tematiche: famiglie, scuola, terzo settore, giovani, lavoro e impresa, cultura, turismo e ambiente, centro storico, trasporti e mobilità, urbanistica e unione dei comuni.

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina