Fratelli d'Italia e Udc insieme per Gracci: ecco il simbolo e i nomi della lista. Il 75% dei nomi mai in politica

Da sinistra Andrea Poggianti, Francesco Gracci e Antonio Bossa (foto gonews.it)
Da sinistra Andrea Poggianti, Francesco Gracci e Antonio Bossa (foto gonews.it)


Si consolida anche nel simbolo la ‘liason’ tra Fratelli d’Italia e Udc che, uniti, sosterranno la candidatura di Francesco Gracci a sindaco di  Empoli.

Oggi, giovedì 24 aprile, sono stati presentati il simbolo e i nomi scelti per il consiglio comunale. La lista si chiama ‘Il centrodestra per Empoli’ e riunisce graficamente i due loghi di Udc e FdI, con in basso il nome di Francesco Gracci.

L'immagine richiama quella utilizzata da Fratelli d'Italia e sembra speculare alla scelta fatta anche a Capraia e Limite con la lista 'Centrodestra' . Il progetto, insomma, sembra essere quello di riunire sotto l'ala di Fratelli d'Italia un movimento alternativo a Forza Italia e NCD: un progetto che ad Empoli  ha trovato l'appoggio dell'Udc.

La lista di Gracci è composta da volti  nuovi e al suo interno sono presenti solo 3 nomi già conosciuti alla politica empolese: si tratta di Andrea Poggianti, portavoce di Fartelli d’Italia Empoli, il segretario dell’Udc Empoli Antonio Bossa e l’ex consigliere Udc Davide Pelagotti.

Gli altri nomi sono quelli di Rossella Borrelli, Eleonora Simoncini, Emmanuele Messeri, Addolorata Filaninno, Massimiliano Guidi, Sara Batoli, Renzo Mazzantini, Sara Orsi, Maura Lelli, Salvatore Divenuto, Mirella Mentasti, Francesco Guarino e Cristina Cortsinovi.

Rispettata la parità di genere con 8 uomini e 8 donne.

Da segnalare l’assenza di Emilio Cioni, consigliere dell’Udc a Empoli, che nonostante continui ad appoggiare attivamente il progetto di Francesco Gracci, ha deciso di non essere inserito nella lista dei candidati. Da segnalare che sia Andrea Poggianti che Addolorata Filaninno sono candidati anche nella lista 'Centrodestra per Capraia e Limite' a Capraia e Limite.

Francesco Gracci si prepara così alla sfida elettorale del 25 maggio: dovrà fare i conti con la candidatura di Brenda Barnini per il PD, Gabriele Sani per il M5S, quella di Dusca Bartoli e di Damasco Morelli.

Proprio quest’ultimo, che al suo interno sarà appoggiato anche da una lista di area centrodestra, avrebbe chiesto a Gracci di far parte della sua lista.

“I contatti ci sono stati”, come ha dichiarato lo stesso consigliere dell'Udc, ma poi “ci siamo accorti che quella scelta non soddisfaceva tutti coloro che avrebbero voluto votare per noi”.

“Abbiamo quindi optato – continua Gracci – per unirci a Fratelli d’Italia e creare un’alternativa. Siamo stati insieme all’opposizione e abbiamo condiviso alcune lotte. Mi hanno chiesto di ricandidarmi e io ho accettato”.

Francesco Gracci, che alle scorse elezioni prese il 26% (circa 7mila voti) e sfiorò il ballottaggio, intende ripetere quei risultati positivi.

“Noi – spiega – non facciamo guerra a nessuno. Rispettiamo tutti, ma sappiamo quali sono i punti su cui questa amministrazione non ha fatto abbastanza”

Al centro del programma c’è la valorizzazione del centro storico attraverso una serie di misure che vanno dalla creazione di una ‘No tax area’ per il commercio di qualità, ad agevolazioni per giovani e famiglie con figli a carico, fino ad un potenziamento del servizio di vigilanza.

Poi ci sono in cantiere alcune modifiche alla viabilità che interessano le frazioni,  il prolungamento della parallela della Fi-Pi-Li e la questione dei sottopassi. Infine la possibilità di creare un alloggio per studenti universitari con la collaborazione di Regione e Ardsu.

Fonte: Giovanni Mennillo

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina