Il Valdarno Inferiore protagonista del progetto ‘Gioconda’ su giovani, ambiente e salute: la presentazione dei risultati

san_miniato_cattaneo2

La Società della Salute Valdarno Inferiore è uno dei partner di Gioconda “I giovani contano nelle decisioni su ambiente e salute”, il progetto coordinato dall’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR di Pisa, finalizzato a fornire alle amministrazioni uno strumento di valutazione costi-benefici degli interventi, in modo che possano essere aiutate a prendere decisioni in tema di salute e ambiente in modo informato, tenendo conto sia dell’opinione dei giovani e delle loro famiglie, sia dei dati ambientali locali.

Sabato 19 dicembre, alle ore 8.40, nell’auditorium dell’istituto “Cattaneo” di San Miniato (in via Catena, 3) si svolgerà l’evento conclusivo di Gioconda, una conferenza pubblica durante la quale i ragazzi, che hanno partecipato al progetto, presenteranno all’amministrazione pubblica, agli enti interessati, ai genitori e agli insegnanti le raccomandazioni elaborate.

Il progetto Gioconda ha coinvolto quattro aree (Valdarno Inferiore con i comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli in Val d’Arno, San Miniato e Santa Croce sull’Arno, Ravenna, Napoli e Taranto), otto scuole secondarie di primo e secondo grado per un totale di 600 studenti, fra gli 11 e i 17 anni, e i loro genitori oltre a 30 insegnanti.

Per il Valdarno Inferiore hanno partecipato gli studenti dell’istituto comprensivo statale “Buonarroti” e dell’istituto tecnico “Cattaneo” di San Miniato.

Chiave innovativa di Gioconda è il coinvolgimento dei giovani come veri protagonisti di un’azione di democrazia partecipativa e per diversi motivi: sono i soggetti più vulnerabili alle pressioni ambientali; avranno un importante ruolo decisionale nel prossimo futuro; la loro percezione dei rischi ambientali rispecchia l’atteggiamento, le paure e le speranza della società tutta.

I maggiori problemi ambientali, presi in considerazione, sono l’inquinamento atmosferico e quello acustico, che in ambiente urbano influenzano anche la salute dei cittadini.

Gli studenti del progetto Gioconda hanno elaborato delle raccomandazioni sulla base dei risultati di un monitoraggio locale della qualità dell’aria e del rumore svolto da tecnici incaricati e sulla base dei risultati dei questionari compilati da loro stessi in collaborazione con i genitori dai quali è emersa la percezione del rischio e la disponibilità a impegnarsi per migliorare l’ambiente in cui vivono.

Alla fine del progetto Gioconda sarà realizzata una piattaforma online, che offrirà strumenti per l’indirizzo delle politiche locali su ambiente e salute.

L’utilizzo della piattaforma permetterà di valutare i costi-benefici di diverse misure di prevenzione (ad esempio, a riguardo del traffico veicolare in una determinata area) in diversi contesti (a seconda delle diverse condizioni ambientali, socio-economiche, di numerosità e densità di popolazione).

La piattaforma sarà sviluppata e utilizzata nelle quattro località del progetto e testata in almeno due altre località, dove la sua efficacia verrà validata.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.gioconda.ifc.cnr.it.

Fonte: Azienda USL 11 Empoli – Ufficio stampa

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina