Tribunale di Firenze, lanciata la app: servizio unico in Italia

foto di archivio
foto di archivio

Il Tribunale di Firenze lancia la sua app, un servizio, si sottolinea, “unico in Italia” al momento, che consentirà agli utenti di accedere al sito dell’ufficio giudiziario anche in movimento per chi possiede tablet e smartphone, senza bisogno di un pc fisso. L’applicazione, gratuita, scaricabile su App store e disponibile su Google play, è gratuita e tra i servizi da subito disponibili consente anche una geolocalizzazione degli immobili in vendita all’asta. A gennaio poi sarà attivato un servizio di prenotazione online per traduzioni e perizie giurate e per gli atti notori. A presentare l’app è stata la presidente del Tribunale di Firenze Marilena Rizzo, spiegando che vuole “essere un segnale che siamo attenti al servizio, l’abbiamo lanciata in un’ottica di maggiore vicinanza alla cittadinanza per quei servizi che non richiedono l’intermediazione di un avvocato”. Rizzo ha aggiunto che il software impiegato in futuro potrà “consentire la prenotazione di altri servizi”.

In particolare l’applicazione non sostituisce il sito del Tribunale, ma vi attinge per offrire le stesse informazioni, consentendo di visualizzare numeri di telefono e indirizzi mail contattabili direttamente e scaricare la modulistica, “così dovunque si può interagire” ha commentato Rizzo. Riguardo al servizio di geolocalizzazione, per chi si troverà in una determinata area, consentirà di visualizzare gli immobili in vendita all’asta, con tanto di schede con le caratteristiche. Per la prenotazione di traduzioni e perizie giurate e atti notori, il servizio è nato dall’esigenza di ovviare anche a problemi di organico (a Firenze manca una copertura di posti pari al 27%) che in altri Tribunali come a Prato ha portato anche alla chiusura dell’ufficio. Nel capoluogo toscano l’ufficio competente attualmente è aperto una sola ora al giorno, con liste cartacee. Con la possibilità, da gennaio, di prenotare online, e anche di scaricare i moduli, “si potranno eliminare – conclude Rizzo – code e bisticci. E con un’agenda visibile si potrà valutare se occorre restringere o ampliare il servizio”.

Fonte: ANSA

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina