Delegati lavoratori indipendenti: “Carenza di personale alla polizia municipale”

municipale_polizia_pisa_

“Il Comune, stando al Progetto Pisa città sicura 2015, avrebbe dovuto:

Realizzare un turno notturno, nei fine settimana, della Polizia Municipale per la sola incidentalità notturna: REALIZZATO.

Realizzare un più vasto sistema di telecamere. Avviato, a fine 2016, il potenziamento della videosorveglianza come si evince da atti pubblici.

Abusivismo Commerciale (in coordinamento con altre forze). Colpiti solo i venditori su strada, ma quasi niente è stato fatto per colpire le centrali del rifornimento, almeno sul territorio provinciale.

Saremmo felice di venire smentiti ma l’impressione è che si voglia vendere fumo costruendo una città vetrina\salotto senza porsi altre domande, sicuramente piu’ scomode. la solita cultura securitaria insomma…

Adottare provvedimenti per adeguare gli organici alle nuove sfide. STENDIAMO UN VELO PIETOSO. Non possiamo nasconderci dietro il blocco del decreto enti locali perché sarebbe controproducente. Il PATTO è stato approvato prima del giugno 2015 e il blocco è partito dal 16 giugno 2015 fino al settembre ottobre 2016.

Quando si potevano assumere i vigili, in anni anche lontani, non lo si è fatto nonostante già 10 anni fa il Comune parlasse di dotazione organica della pm di 140 unità, un numero per altro mai raggiunto

Emanazione di ordinanze a norma dell’articolo 54 del TUEL. L’ultima quella sugli alcolici, saremmo felici di conoscere come è finita.

Ma sospettiamo sia finita male; forse bastava applicare la normativa già esistente del divieto di vendita per asporto di alcolici dopo le 24.00, ma come si sa i soldi (6666,66 €) vanno allo stato non al comune.

Il ricorso alle ordinanze non ha mai prodotto effetti, basti ricordare a tutte le volte che il Comune ha dovuto fare marcia indietro, le ordinanze non sono lo strumento con cui gestire la città

Migliorare l’illuminazione pubblica. Istallazione dei Led in alcune zone della città, con risultati che andrebbero analizzati con gli abitanti delle aree interessate…senza dimenticare che un anno fa una delle ditte vincitrici dell’appalto ebbe un contenzioso con numerosi dipendenti. Possibile che anche dei rapporti di lavoro negli appalti e nelle aziende partecipate non si possa parlare??

Creare un nuovo patto per la vivilità notturna collaborando anche con le associazioni categoria. Non abbiamo dati. Ma  le lamentele dei cittadini aumentano come i rilasci dei nulla osta alle emissioni sonore di molti locali della movida (basta andare sull’albo pretorio).  In questi anni chi ha governato Pisa dovrebbe chiedersi la ragione per la quale sono stati autorizzati tanti locali?

Pensiamo sia possibile creare un regolamento di polizia urbana più al passo con i tempi. Ma perché siamo ancora in alto mare?

Garantire vari controlli ai mercati bisettimanali o dove vi è la maggiore presenza di abusivi. Realizzato l’obiettivo in parte. Sequestri e sanzioni ad abusivi specie al mercato di via Paparelli sono state fatte, ma manca un servizio coordinato. Sicuramente un controllo migliore che ha prodotto utili risultati è stato realizzato nei confronti di venditori irregolari, non abusivi o solo parzialmente, quasi tutti di nazionalità italiana

Prefettura e Questura: quali sono i loro compiti?

Fornire assistenza e supporto sul territorio

Fornire più agenti, perché i soldati non hanno funzioni di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza. Hanno compiti operativi, ma se devono arrestare qualcuno devono chiamare la polizia.

Coadiuvare il Comune nel contrasto all’abusivismo commerciale e all’incidentalità notturna e diurna

Combattere il crimine avendo a disposizione mezzi informatici e non che ricordiamo la polizia Municipale non possiede (se si vuol conoscere i precedenti penali di un fermato, il carabiniere o il poliziotto possono direttamente accedere alle banche dati con proprie password in tempo reale, cosa che non può fare la PM , per scelta politica Romana).

Realizzare servizi congiunti con la PM. Realizzati ma solo per brevi periodi di tempo

Qualsiasi  valutazione il cittadino voglia fare basta leggere gli atti e tirare le sue conclusioni. Tuttavia è facile individuare chi è il principale attore che ha determinato, dopo quasi due anni dalla sua adozione, il fallimento di questo patto: il comune. Scelte politiche e scelte gestionali incardinate sul non voler incrementare gli organici della PM, senza un motivo apparente, ha sicuramente danneggiato i risultati. 30 dipendenti in più  alla PM non sarebbero male, basterebbe che il partito di Filippeschi, rimuovesse i blocchi per l’assunzione nella Pubblica amministrazione

Leggiamo infine del vigile gnorri che non interverrebbe per sanzionare l’abusivismo commerciale. Già, l’articolo è scritto per trasmettere un messaggio inaccettabile, dopo il dipendente pubblico nullafacente e furbetto, ora abbiamo anche il vigile gnorri.

Peccato che nessuno scriva dei giornalisti che invece di fare il loro lavoro di inchiesta scrivono con le veline degli uffici stampa istituzionali

Contrastare gli abusivi nei parcheggi non è cosa facile, sanzionare chi offre poche monete secondo noi non porta a nulla, soprattutto perché niente viete di fare l’elemosina, la si chiami come vogliamo ma tale è.

Le ordinanze che hanno vietato la carità per fortuna sono finite tutte al macero.

La richiesta di più pattuglie di notte avanzata dal Prefetto?

Il prefetto non ha mai risposto alla richiesta sindacale di incontro per scorrere le graduatorie concorsuali, se lo avesse fatto forse oggi avrebbe una visione della realtà più ampia

La pm ha carenze di organico, ha già difficoltà a sopperire ai molti servizi congiunti, sgomberi di accampamenti abusivi, controlli della circolazione stradale, controlli della malamovida eccetera. Se aumento i servizi notturni. chi sostituirà il personale di giorno?”.

Delegati e lavoratori indipendenti

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina