Oppurtanamente: un progetto, due traguardi raggiunto dal comune di Calcinaia

opportunamente-1-1600x1200

Risplende sotto i raggi del sole il verde brillante della ringhiera che incornicia il Centro “I Ponti”. Circa 150 metri di balaustra ritinteggiati e ristrutturati grazie a “Opportunamente”, un progetto promosso dal Comune di Calcinaia, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Ponteverde. Duplice l’intento dell’iniziativa, che ha saputo coniugare l’aspetto sociale, che si è concretizzato nell’inserimento lavorativo di persone in difficoltà, e quello civico, grazie a un intervento di cui l’intera collettività può beneficiare.

“Opportunamente” – precisa l’Assessore alle Politiche Sociali, Giuseppe Mannucci -, è stato concepito dall’amministrazione comunale calcinaiola, in sinergia con la Cooperativa Ponteverde, per il reinserimento lavorativo di soggetti socialmente svantaggiati. A esser coinvolti sono dunque stati uomini e donne che stavano attraversando un momento particolarmente difficile della loro vita. La selezione è avvenuta tra coloro che da tempo sono in carico ai servizi sociali comunali, sulla base di alcuni specifici criteri, tra cui l’assenza di reddito e uno stato prolungato di disoccupazione. I partecipanti sono stati scelti seguendo il criterio della rotazione”.

“Dopo una prima fase sperimentale avviata nel 2015 – continua Mannucci -, l’iniziativa ha trovato il suo pieno compimento negli ultimi mesi del 2016, con l’ultimazione, in dicembre, della ristrutturazione della ringhiera del Centro “I Ponti”. La location prescelta non è stata casuale: il Centro fornacettese rappresenta infatti uno dei cuori pulsanti della vita della collettività, poiché accoglie non solo gli anziani over 65 del territorio comunale, ma anche soggetti in emergenza abitativa e diverse associazioni locali. Facile capire come il progetto in questione riesca, al contempo, a determinare ripercussioni positive su due fronti: da una parte, il sostegno a chi ne ha più bisogno, non solo in termini economici, ma anche dal punto di vista dell’autostima e della dignità personale, dall’altra, la valorizzazione di uno spazio pubblico”.

La prima tranche del progetto ha coinvolto tre persone, mentre l’ultima fase ha visto impegnati quattro lavoratori. A dirigere le operazioni sul campo è stata la Cooperativa Ponteverde, realtà che ha alle spalle un’esperienza decennale sul fronte del lavoro sociale, nonché numerose collaborazioni con il Comune di Calcinaia.

“Grazie alla sensibilità e all’impegno del Comune calcinaiolo – spiega il Direttore di Ponteverde, Ettore Ghirardi -, siamo riusciti a sviluppare un progetto dall’alto valore civico e sociale. La partecipazione a quest’ultimo da parte di soggetti svantaggiati rappresenta per loro non solo un’opportunità di riscatto, ma anche un primo nuovo step nel mondo del lavoro. La Cooperativa cerca infatti di dare continuità all’esperienza intrapresa, valutando la possibilità di offrire ulteriori e successive occasioni formative e professionali. Alcuni dei partecipanti a “Opportunamente” sono infatti stati inseriti in altri nostri progetti di agricoltura sociale”.

“Le politiche sociali rappresentano una delle principali direttrici dell’azione del nostro Comune – afferma il Sindaco Lucia Ciampi -. In un periodo storico caratterizzato dalla crescita dei bisogni della collettività e dall’aumento delle situazioni di disagio e criticità, la presenza attiva delle istituzioni è infatti da ritenersi fondamentale. Proprio per questo il nostro impegno economico sul fronte del sociale è negli anni sensibilmente cresciuto”.

“l risultati raggiunti dal progetto “Opportunamente” – conclude il Primo Cittadino -, che abbiamo avuto la possibilità di realizzare grazie alla Cooperativa Ponteverde, sono stati eccellenti. Ci auguriamo di poter proseguire questa collaborazione anche per l’anno in corso: stiamo infatti valutando l’opportunità di una eventuale nuova edizione del progetto, magari incentrata sul verde pubblico”.

Fonte: Comune di Calcinaia – Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Calcinaia

<< Indietro



loading...

torna a inizio pagina