Ponte di Sasso, cambia la viabilità per i mezzi pesanti

autostrada_generica

La Provincia di Lucca, anche se con tempistiche diverse, conferma le anticipazioni dei giorni scorsi in merito alle limitazioni di transito sul Ponte di Sasso, sulla sr n. 439 Sarzanese-Valdera, nel comune di Camaiore. Sono confermati, infatti, sia la prosecuzione del senso unico alternato per le auto regolato da semaforo, sia lo stop al transito dei mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, ma a partire da mercoledì 15 e non da lunedì 13 come detto in precedenza. Le modifiche, invece, relative al trasporto pubblico locale delle linee extraurbane entreranno in vigore da lunedì 13, come comunicato nei giorni scorsi e con le stesse modalità annunciate.

Il leggero slittamento di due giorni rispetto al provvedimento iniziale – spiega il consigliere provinciale con delega alle strade Mario Puppa è motivato dalla volontà di predisporre al meglio la riorganizzazione e di avere a disposizione tutta la cartellonistica con le nuove disposizioni viarie. Il trasporto pubblico, invece, farà percorsi diversi già da lunedì, poiché le modifiche orarie e di percorso sono già state comunicate e recepite dalle scuole del territorio”.

Fin qui la questione tecnico-operativa dei provvedimenti. Ma il consigliere Puppa allarga il raggio del suo ragionamento sulla questione.

La priorità assoluta per la Provincia – sottolinea con forza - è mirata a garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini, quindi degli automobilisti e degli autotrasportatori che transitano nella zona del Ponte di Sasso. Le polemiche e il polverone alzati in questi giorni sui provvedimenti di riorganizzazione del transito forse fanno perdere di vista il nocciolo della questione: ossia i problemi di staticità del Ponte di Sasso, seppur non gravi ma confermati anche nel corso delle prove statiche di fine dicembre”.
Siamo consapevoli – dichiara ancora Puppa - che certe limitazioni o modifiche viarie scontentino qualcuno ma purtroppo quando ci sono cause di forza maggiore che impongono l'intervento dell'ente pubblico, non possiamo farci irretire dalle polemiche, pur rispettando e ascoltando l'opinione di tutti. E non possiamo certo chiudere gli occhi su aspetti che riguardano la sicurezza. Ecco perché il nostro impegno è rivolto a 360 gradi: quindi sul breve e sul medio termine con la valutazione di un'opera provvisoria che metta in sicurezza la struttura del ponte, poi sulla riorganizzazione viaria dei prossimi mesi cercando di limitare il più possibile i disagi e, infine, in prospettiva futura sollecitando l'apertura del cantiere Salt che ridisegnerà tutto l'assetto viario dell'area”.

Da aggiungere che sulla riorganizzazione della circolazione stradale al Ponte di Sasso la Provincia ha adottato la massima trasparenza fin dall'inizio coinvolgendo direttamente i Comuni di Camaiore e Massarosa proprio perché si tratta di uno snodo nevralgico della circolazione stradale.

Sull'opera provvisoria che la Provincia sta valutando di progettare una struttura di sostegno al ponte di Sasso che, compatibilmente con le risorse a disposizione dell'ente di Palazzo Ducale, dovrà consolidare e rendere più sicuro il ponte in modo da prolungarne 'la vita' in buone condizioni fino al momento dell'abbattimento previsto con il progetto Salt.

Fonte: Provincia di Lucca - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Camaiore

<< Indietro
torna a inizio pagina