Dieci ore di musica elettronica alla Vela di Avane: nasce il festival Open Mind

open_mind_festival_empoli_vela_avane

Anche l’Empolese Valdelsa potrà avere il suo proprio festival di musica elettronica: l’evento in questione si chiamerà Open Mind e porterà in scena il meglio delle musica elettronica del momento. Il festival, fortemente voluto dal Mind Club di Vinci in partnership con il Tinì SoundGarden di Cecina e patrocinato dal Comune di Empoli, vuole essere un macro contenitore della cultura urban legata all’elettronica. Anche il fatto che la location scelta sia la Vela Margherita Hack, certo non è un caso: questa infatti incarna al meglio le visioni elettroniche e techno, nonché lo stile urban e contemporaneo tipico di questa corrente musicale in costante ascesa.

Il festival Open Mind vorrebbe essere il primo evento di musica elettronica a livello non solamente di Empolese Valdelsa, ma anche a livello regionale, andando a catalizzare le nuove tendenze in questo sterminato panorama. Un evento che, partendo dalla grande nicchia di ascoltatori di musica elettronica, diventi un festival a carattere nazionale e simbolo della cultura underground che parte proprio da questo stile di musica sempre più amato. La scaletta degli artisti verrà svelata piano piano a partire tra pochi giorni: per il momento l’invito è quello di iniziare a entrare nell’atmosfera undergorund che caratterizzerà questo grande evento.

Una manifestazione, quella dell’Open Mind, che seguirà la classica tradizione nordeuropea ancora poco usata in Italia: iniziando alle ore 16 del pomeriggio, infatti, la serata si protrarrà fino alle ore 02 del mattino di domenica 18 giugno. Una 10 ore di musica elettronica con i nomi più in autorevoli del momento: nomi che, con la loro abilità dietro la consolle, stanno scardinando i preconcetti e gli stereotipi di questa corrente musicale, andando così a creare un prodotto nuovo e rivoluzionario.

Oggi, in concomitanza con il lancio dell’evento, viene aperta anche la vendita dell’early bird: il biglietto di ingresso per l’evento del 17 giugno. Giugno si avvicina e il Mind Club di Vinci è pronto a tuffarsi in questa nuova avventura: un’esperienza che rimarca la volontà del Club ad andare fuori dagli schemi e i classici confini in cui solitamente si trovano le discoteche italiane. Attraverso il superamento di questa barriera, il Mind vuole diventare collettore per i giovani emergenti e per gli amanti dei generi musicali di nicchia. Attraverso l’Open Mind (che sottolinea la volontà di aver un club ben sviluppato sul territorio e che non si fermi nei classici domini casalinghi) tutto questo è possibile.

Fonte: Mind Club

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro



loading...



torna a inizio pagina