Progetto ‘Sussurri’, terza mostra con gli animali e le forme del sogno di Kumazawa

hanako_kumazawa1

Con ‘Confidenzadi Hanako Kumazawa continua il programma di personali di giovani artisti contemporanei promosso dal progetto “Sussurri” presso la bottega artigiana Sator Print di via Stalloreggi, 70 a Siena. Appuntamento mercoledì 22 marzo alle 18 quindi per il vernissage della mostra dell’artista giapponese da tempo residente nel senese e che proporrà una mostra di oggetti e visioni di piccolo formato e di materiali diversi.

“In Giappone – spiega la curatrice di Sussurri Michela Eremita – nel periodo Edo, le sculture, spesso buffe, erano indossate e diventavano, attraverso un occhiello, tra le tante funzionalità, un modo per annodare e personalizzare le cinture, i fazzoletti o le casacche ecc. Alludendo a questa tradizione l’artista trova nel piccolo formato una possibilità espressiva e la rivolge ad alcuni soggetti immaginari o reali dando vita a Confidenza”.

La mostra di Hanako Kumazawa è articolata in tre gruppi di opere: una serie composta da chine e da sculture in terracotta dedicata ai gatti e alla forma del cerchio; una serie composta da teste piccole – di bambini si direbbe – alcune delle quali “parlanti” e una serie che presenta i prototipi in bronzo e in terracotta dell’animale immaginario dal nome Anima. Tratto comune di tutti i lavori è il grande controllo della materia che consente alle opere di apparire dotate di vita propria, quasi fermate in un’istantanea del loro percorso.

“Le testoline recano, in sé e con sé, delle narrazioni, dei discorsi, raccontano delle necessità, delle considerazioni – continua Michela Eremita – Le sculture con “fumetto” ci alludono a racconti privati dove è la confidenza a dettare la parola e poi Anima, la creatura dalle fattezze apparentemente familiari ma appartenete ad un’altra dimensione che si presenta nella sua forma di prototipo in bronzo di piccole dimensioni e in terracotta più grande. Uno spazio importante è riservato al gatto che diventa segno (Enso) nelle chine e oggetto nelle piccole sculture”.

Sussurri

La personale di Hanako Kumazawa è il terzo appuntamento di Sussurri dopo le mostre di Agathe Rosa e Paolo Francioni. Il progetto, pensato e curato da Michela Eremita presso Sator Print (via Stalloreggi, 70 – Siena) si consolida in una serie di appuntamenti con artisti per mostrare alcuni appunti o delle riflessioni sugli aspetti più intimi e delicati suscitati dall’arte nella loro vita. Nel farlo usano la discrezione che un laboratorio d’arte impone, perché il luogo che accoglie le delicate presenze è una bottega in cui si perpetua la tradizione della miniatura fatta di autorevole pazienza e saper fare. Gesti, oggetti, carte, parole, sguardi, disegni… del passato e del presente mescolati per trovare (con)tatto nella dimensione artistica. Tutto è sussurrato, tutto è suggerito per sfuggire il chiasso assordante che, spesso allontana dalla naturalezza della creatività. Gli appuntamenti dedicati ai singoli artisti saranno arricchiti dall’incontro con scrittori che si impegneranno nella lettura di alcune pagine scritte da loro. Il prossimo appuntamento vedrà protagonista l’artista Giacomo Ricci.

Hanako Kumazawa è nata a Nagano, Giappone nel 1972. Si è laureata in Scultura in pietra alla ” Tama Art University”, studiando con il Prof. Nobuya Nakai. Ha continuato i suoi studi alla “Jannus Pannonius University” in Ungheria prima di frequentare il “Corso di Formazione Professionale Tecnica della Pietra” in Italia, dove ha studiato con Mauro Berrettini. In seguito si è diplomata seguendo il “Corso Conservazione e Recupero manufatti architettonici di interesse storico”. Risiede a Rapolano Terme. Il suo lavoro spazia dall’oggettistica alle sculture monumentali.

La mostra “Confidenze” di Hanako Kumazawa curata da Michela Eremita, resterà allestita fino al 17 aprile presso Sator Print in via Stalloreggi, 70 a Siena. Per informazioni 0577/247480.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Siena

<< Indietro



loading...



torna a inizio pagina