Marco Innocenti sale in cattedra alla scuola primaria 'A. Frank' di Oste

4B

Marco Innocenti è un campione. E non è solo la medaglia olimpica conquistata a Rio 2016 a dircelo. A confermarcelo sono piuttosto i sorrisi, gli applausi, le lacrime di commozione, l'affetto con cui è stato accolto questa mattina dai bambini della scuola primaria “Anna Frank” di Oste. Un vero bagno di folla per questo sportivo, tanto grande quanto umile, che non si è sottratto alle richieste di fotografie e autografi di oltre un centinaio di bambini, che l'avevano visto e conosciuto attraverso la tv e i giornali. Con pazienza ha firmato decine di cartoline ed ha risposto alle domande di tutti.
L'invito a visitare la scuola era giunto a Marco dalla classe IV B e dalle insegnanti Elena Zilianti, Teresa Viola, Vincenzo Sellitto e Jacopo Tavanti, che portano avanti un'importante esperienza di “giornalino di classe”. Marco Innocenti stamani è arrivato in classe con semplicità e fierezza, portando al collo la sua amata medaglia d'argento, conquistata con fatica, dopo anni di gare e allenamenti. Ha spiegato la particolarità del suo sport, che si pratica con delle armi che però non servono per fare violenza, ma per dimostrare abilità. Tanti gli aneddoti che il campione ha raccontato ai bambini: la gentilezza e l'affabilità con cui è stato accolto dal presidente Mattarella alla cerimonia per i medagliati olimpici, il freddo e la pioggia che rischiavano di compromettere l'esito della gara decisiva, l'arredamento spartano del villaggio olimpico, dove la sera del suo arrivo mancavano perfino i cuscini dei letti e gli specchi per farsi la barba.« Tanta passione e genuinità che sicuramente servono allo sport con la s maiscola, di cui Marco Innocenti in ogni occasione mostra il volto migliore - ha concluso il sindaco Lorenzini- Marco è il primo medagliato olimpico del Comune di Montemurlo ed è per noi un grande orgoglio. Gli fa onore il fatto che, con grande disponibilità, incontri sempre volentieri i giovani e gli studenti. Il suo saper stare in mezzo alla gente è un esempio molto importante per tutti noi».

Fonte: Comune di Montemurlo - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Montemurlo

<< Indietro
torna a inizio pagina