Xylella, la Toscana sarebbe indenne: sollievo per il florovivaismo

La coldiretti Toscana
La coldiretti Toscana

Con una nota della Regione Toscana sui principali risultati ottenuti nel 2016 sull’attività di sorveglianza effettuata dal Servizio Fitosanitario si conferma che il territorio della Toscana è indenne nei confronti dell'Organismo nocivo da quarantena Xylella fastidiosa che sta creando enormi danni in altre aree del Paese.

Complessivamente il numero dei campioni prelevati e analizzati sul territorio regionale, nel corso dell’anno 2016, è stato di n. 4312 (3663 vegetali + 649 insetti). Il prelievo dei campioni ha interessato 54 specie vegetali di vivai, garden e oliveti.

I risultati analitici dei campionamenti effettuati nel 2016, sono risultati tutti negativi, confermando che il territorio della Regione Toscana è area indenne da Xylella fastidiosa, così come sancito dal decreto ministeriale del 18 febbraio del 2016.

“Siamo molto soddisfatti dai risultati di questi controlli – ha detto Antonio De Concilio direttore di Coldiretti Toscana – E’ bene che le attività di sorveglianza continuano anche nel 2017 per garantire che lo stato di zona indenne possa essere confermato a fronte dei controlli effettuati. Una notizia molto importante soprattutto per le 3.600 aziende florovivaistiche della regione che operano su una superficie di 7.500 ettari ripartiti tra vivaismo e floricoltura che rappresentano il 3.4% delle aziende agricole totali, solo lo 0.9% della Sau toscana, ma contribuiscono per circa il 29% al valore della produzione agricola regionale con una plv di circa 750 milioni di euro”.

Fonte: Coldiretti Toscana

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina