Cooperazione internazionale per l’Asl Toscana nord ovest: la sanità locale oltre i confini

medico_ambulatorio_dottore_gonews_it_generica_9

Mercoledì prossimo, 19 luglio, dalle 9.30 alle 13.30 nella sala Ceccarini al primo piano dell’ospedale di Livorno, saranno presentati i progetti di cooperazione internazionale dei quali l’Azienda USL Toscana nord ovest è capofila o partner.

“La sanità locale – spiega Andrea Grillo, referente aziendale per la Cooperazione Sanitaria Internazionale – continua il suo tradizionale impegno nel mondo attraverso progetti nati grazie a rapporti consolidati tra associazioni o istituzioni e comunità straniere. Nel corso degli anni molti nostri operatori hanno effettuato esperienze nell’ambito dei progetti di cooperazione, portando all’estero le loro competenze e professionalità, ma anche riportando nel lavoro quotidiano grandi esperienze e motivazioni.

Tra i progetti portati avanti come capofila ci sono quello sull’insufficienza renale cronica in Nicaragua, sostegno ai servizi territoriali nella Repubblica Democratica del Congo e riduzione della mortalità materno-infantile in Senegal. L’Azienda è invece partner in quelli di supporto all’ospedale Khan Younis di Gaza, in Palestina (capofila Palestinian Children Relief Fund), di assistenza ai migranti trattenuti in strutture detentive in Egitto (capofila Comune di San Giuliano Terme), di supporto all’assistenza sanitaria primaria in Tanzania (capofila Centro Mondialità Sviluppo Reciproco di Livorno), mentre in Kenya sono attivi due progetti relativi alla cardiochirurgia (capofila Fondazione Monasterio) e alla neonatologia (capofila Azienda Ospedaliera Senese). Per quanto riguarda il Nicaragua sta per avere inizio anche un progetto sul diritto all’acqua, approvato e finanziato dalla Water Right Foundation (capofila il Comune di Tavarnelle Val di Pesa).

“I nostri operatori sanitari – continua Grillo – da anni si impegnano a dare il proprio contributo per assicurare a tutti il diritto alla salute, eliminando le disuguaglianze esistenti tra Paesi diversi o tra le diverse fasce della popolazione di ogni singolo Paese. I principali problemi sanitari, in un mondo sempre più interconnesso, hanno cause e caratteristiche globali che non possono che trovare soluzioni in un’ottica altrettanto globale”.

Fonte: Ufficio Stampa e Comunicazione USL Toscana nord ovest

Tutte le notizie di Livorno

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina