RockunMonte sfonda quota tremila: “Spostamento a luglio? Scommessa vinta!”

rockunmonte_montespertoli_2017_07_17

Oltre 3mila persone hanno invaso il parco Sonnino di Montespertoli il 14 e 15 luglio, in occasione della sesta edizione di RockunMonte, festival di musica indie organizzata dall’associazione Vitamina M. Un bilancio più che positivo che conferma il grande lavoro fatto dagli organizzatori per rendere questa rassegna una delle tappe imperdibili del circuito dei festival musicali dell’estate.

“Lo spostamento del festival da settembre a luglio e la presenza dello street food sono state le due scommesse vinte di questa sesta edizione – sostiene Filippo Conticelli, presidente di Vitamina M – Il pubblico ha risposto in maniera splendida, entrambe le sere. L’affluenza per i concerti è stata altissima e l’idea degli street food è piaciuta moltissimo. Siamo convinti di aver impostato una macchina che può regalare grandi soddisfazioni, consci che ancora è necessario crescere ma abbiamo le idee chiare e abbiamo già in mente quali saranno gli obiettivi per il 2018. Ancora una volta vorrei ringraziare l’Amministrazione comunale di Montespertoli, sempre in prima linea per RockunMonte e tutti gli esercenti comunali che con noi credono e sostengono questa manifestazione”.

Venerdì 14 il pubblico ha potuto apprezzare le nuove band emergenti selezionate dal concorso di Controradio “RockContest Night”: Venus in Furs Manitoba e Handshake. Mentre sabato 15 la marea di appassionati ha accolto con entusiasmo e calore i Blindur e gli attesissimi Il Pan del Diavolo, il duo folk-rock più energico, potente e coinvolgente di tutto lo stivale, e Tre Allegri Ragazzi Morti, band con oltre 20 anni di attività che continua a riscuotere grande successo con il suo pop-rock sfaccettato e influenzato da sfumature blues e reggae. “Il pubblico ha risposto in maniera eccezionale e gli artisti che hanno calcato il palco di RockunMonte hanno offerto spettacoli di assoluto livello – spiega Leonardo Fontanelli, direttore artistico della manifestazione – Abbiamo in mente grandi cose per l’edizione del 2018, vogliamo crescere ancora e siamo ben convinti che sia possibile farcela”.

“Rock un Monte non è più solo indice di buona musica e buon cibo ma di un’atmosfera che chi è stato con noi in questo due giorni ha potuto constatare – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli, Elena Ammirabile – Vitamina M si conferma una delle associazioni culturali più efficaci e promettenti del nostro comune perché ha saputo coinvolgere ed equilibrare bene la partecipazione di tutti. Grazie a tutti coloro che hanno reso questa due giorni così accogliente perché hanno restituito un tratto del nostro territorio che non è solo una vetrina ma un luogo reale in cui ragazze e ragazzi veri si sono rimboccati le maniche per offrirci queste splendide serate di musica”.

Fonte: Comune di Montespertoli – Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Montespertoli

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina