Sicurezza sui luoghi, la Cgil: "La Regione chiarisca le sue scelte"

Mauro Fuso
Mauro Fuso

Mauro Fuso, segretario regionale della Cgil Toscana con delega alla sicurezza sui luoghi di lavoro, interviene sulla mancanza del dirigente del settore con le seguente dichiarazione stampa:

"Le scelte della Regione Toscana per il settore prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro hanno bisogno di chiarimenti precisi e di indicazioni di prospettiva. Non si tratta solo di chiarire la scelta di direzione del settore, comunque importante per dare impulso al progetto di rilancio del settore stesso, ma di un chiaro e preciso indirizzo generale  che ha bisogno di risorse economiche e professionali. Sarà questo il nostro obiettivo fondamentale per una verifica con la Regione affinché non sia vanificato l'impegno degli ultimi anni, maturato solo dopo le morti di sette lavoratori cinesi a Prato e quelle nelle cave di marmo. Si deve dare continuità a tutta l'iniziativa di prevenzione con un lavoro organico e non episodico per la SALUTE e SICUREZZA nei luoghi di lavoro, senza dimenticare che la crescita del lavoro a termine e precario alimenta ormai automaticamente un circuito di insicurezza, di scarsa informazione, di disattenzione, di paura e di infortuni spesso mortali. Tutto il nostro impegno deve essere rivolto a prevenire quegli infortuni e quelle morti a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi, tra giovanissimi e anziani che ormai rappresentano le categorie più a rischio".

Mauro Fuso, Ufficio Stampa Cgil Toscana e Firenze

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina