Tendenza meteo a medio termine 23 agosto - 31 agosto

La situazione

La situazione

Nei prossimi giorni una depressione andrà a posizionarsi davanti alle coste del Portogallo, richiamando sul Mediterraneo l'ennesima risalita dell'alta africana, responsabile del nuovo rialzo termico che, a partire da giovedì vedrà di pari passo un successivo consolidamento dell'impianto anticiclonico. Solo verso la fine dello step previsionale, i modelli tratteggiano un possibile allentamento della tenuta anticiclonica, anche se di veri e propri cambi barici su larga scala non se ne vedono all'orizzonte dei prossimi 10 giorni.

Tendenza fino al 30 agosto

Tendenza fino al 30 agosto

Ecco cosa ci attende nei prossimi 7-9 giorni, cieli sereni al più accompagnati da velature, che soprattutto da giovedì, quando la componente anticiclonica azzorriana verrà completamente sostituita dall'anticiclone africano. Torneranno a salire anche i tassi di umidità presente nell'aria, rendendo meno sopportabile questa ennesima ondata di calore.

Apice del caldo nel prossimo fine settimana

Apice del caldo nel prossimo fine settimana

Le temperature, in netto rialzo, raggiungeranno l'apice nel prossimo fine settimana, quando nelle zone interne, soprattutto centrali e sud-orientali, supereremo localmente i 35-36 C°, valori che sono ovviamente fuori da ogni norma stagionale, soprattutto tenendo conto che siamo ormai nell'ultima settimana dell'estate meteorologica.

Temperature Minime

Temperature Minime

Anche le minime della notte, complice una bassa escursione termica, torneranno a salire su livelli non proprio consoni al periodo, sopratutto da lunedì 28, quando la cupola anticiclonica inizierà a saturarsi, aumentando la copertura del cielo nelle prime ore del mattino, con la formazione di nubi basse e foschie lungo il litorale e nelle zone pianeggianti dell'interno.

Maggiore instabilità (da confermare) dal pomeriggio-sera del 31agosto

Maggiore instabilità (da confermare) dal pomeriggio-sera del 31agosto

Per un possibile temporaneo calo dei geopotenziali anche sulla Toscana dovremo attendere l'ultimo giorno del mese di agosto, quando un fronte depressionario collegato ad una bassa pressione sulla Scandinavia, scorrerà lungo le regioni settentrionali. Trattandosi di un blando cavo instabile, lontano dalla depressione che lo alimenta, non sono attesi fenomeni importanti, piuttosto una ripresa dell'instabilità sui rilievi, accompagnata da una successiva rotazione delle correnti, che diverranno inizialmente occidentali, per poi virare verso nord-est e favorire un netto calo delle temperature.

IMG_2891

 

Sarà questa la fine della settima ondata di calore, con i modelli a lungo termine, che finalmente, indicano un possibile inserimento perturbato per la metà della prima decade di settembre (4-5 settembre) ovviamente tutto ancora da decifrare, vista la distanza che ci separa dall'evento.

 

 

Gordon Baldacci


loading...