Le Vie di Leonardo al Real Collegio di Lucca, scambi tra Vinci, Amboise e Vipava

vie_di_leonardo_da_vinci_real_collegio_lucca_1

Venerdi 29 Settembre presso il Real Collegio di Lucca il progetto di Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa 'Le Via di Leonardo da Vinci', è stato presentato ai circa 350 delegati dei 32 Itinerari già riconosciuti e dei 48 Paesi legati al del Consiglio d'Europa Presenti anche rappresentanti ai massimi livelli delle Istituzioni Europee e Nazionali tra i quali la Presidente On. Silvia Costa, il Direttore dell'Istituto ICE Stefano Dominioni, i Direttori Generali del MIBACT, gli Assessori alla Cultura e Turismo della Regione Toscana.

Il Comitato Promotore ha collaborato attivamente con l'organizzazione del Forum, in particolare con il Direttore Alberto D'Alessandro, per ben rappresentare il nostro Paese attraverso l'immagine di Leonardo da Vinci. A tale scopo un modello a grandezza naturale del Ponte Salvatico, di proprietà del Museo Ideale Leonardo da Vinci, accoglieva i Delegati nel chiostro d'ingresso del Real Collegio. All'interno dell'area riservata ai lavori è stata allestita una sala esclusiva per valorizzare l'attività del Comitato Promotore e le eccellenze dei territori coinvolti con esposizione di modelli del Museo Leonardiano, distribuzione di materiale promozionale e proiezione di video.

Il Progetto era già stato presentato lo scorso anno al Forum tenutosi a Vilnius. La Responsabile del Progetto Patrizia Vezzosi ha pertanto aggiornato il qualificatissimo uditorio sui progressi delle attività che porteranno ad ottenere il riconoscimento dell'Itinerario da parte del Consiglio d'Europa nel 2019, Cinquecentenario della morte del Genio. Momento di particolare importanza la sottoscrizione di una Dichiarazione d'Intenti in tal senso da parte dei Comuni di Amboise (Francia), rappresentato da M.me Noemie Pasquet, Vinci (Italia), rappresentato dal Sindaco Giuseppe Torchia, Vipava (Slovenia), rappresentato dal Sindaco Ivan Princes,ed il Comitato Promotore, rappresentato dal Presidente Leonardo Paglianti, che è stata rafforzato dalla loro presenza sul palco al termine della presentazione.

I lavori sono proseguiti a Vinci con un produttivo incontro tra le parti per definire un cronoprogramma delle attività per il 2018, la struttura organizzativa, lo sviluppo della rete attraverso l'adesione di tante altre Città leonardiane ed il reperimento dei fondi necessari.

La giornata si è conclusa con un festoso momento conviviale che ha consolidato le buone relazioni tra i Partners.

IL PROGETTO

Il Progetto Le Vie di Leonardo da Vinci nasce a Vinci, città natale di Leonardo (Vinci 1452 - Amboise 1519), in prospettiva delle Celebrazioni del 2019, per ricordare il 5° centenario della morte di Leonardo, evento di portata mondiale. A Vinci, caratteristico borgo vicino a Firenze, tutto parla di Leonardo: il toponimo che Leonardo conserva nel proprio nome, il paesaggio che si riflette nelle sue opere, la casa natale, il Castello con la Chiesa dove è stato battezzato, le abitazioni dei Da Vinci e di sua madre, i luoghi della sua formazione. L’eredità di Leonardo è evidente nell’attività di ricerca e di divulgazione della Biblioteca Leonardiana, del Museo Leonardiano e del Museo Ideale Leonardo Da Vinci; in alcune espressioni artistiche contemporanee come l’Uomo di Vinci di Mario Ceroli; in attività didattiche e nell’impegno di molte associazioni culturali-ambientali, nel turismo culturale associato anche alla produzione agricola.

L’Itinerario Le Vie di Leonardo da Vinci , reticolare e in parte lineare, ricalcherà le tappe principali della vita di Leonardo e della collocazione delle sue opere e, successivamente, dei Leonardismi; veicolando l’attualità di Leonardo, consentirà la valorizzazione sistemica di tutti i territori interessati, specie quelli meno conosciuti. Le tappe principali sono evidenziate in due mappe digitali appositamente realizzate: oltre a Italia e Francia, gli Stati interessati sono anzitutto Austria, Città del Vaticano, Germania, Inghilterra, Olanda, Polonia, Portogallo, Russia, Scozia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria; e per altro gli USA.

In questo frangente epocale, caratterizzato da guerre, divisioni, costruzioni di muri, l’Itinerarioevidenzierà la figura emblematica di Leonardo per aggiornare l’idea di Europa e formare il nuovo cittadino europeo. Un’Europa capace di dare alla luce un Nuovo Umanesimo basato su tre capacità: integrare (Leonardo è percepito come patrimonio-bene comune), dialogare (Leonardo è genio-modello nella conoscenza sulla quale si fonda il dialogo), generare (Leonardo è genio-modello della creatività che contribuirà a salvare la Pace). Premessa è il riconoscimento del Valore Universale dell’Essere Umano efficacemente espresso nel celebre disegno L’Uomo Vitruviano. Il logo dell’Itinerario, un nodo disegnato da Leonardo che richiama quello di Salomone, rappresenta infatti l’Unione fra i popoli nella circolarità delle culture.

LE VIE DI LEONARDO DA VINCI non rappresenta precisamente un CAMMINO; la vita movimentata del Genio ci ha lasciato comunque testimoniante di viaggi e percorsi che spesso si collegano con i Cammini storici a partire dalla Via Francigena e dalle Vie Romee. Il viaggio da Roma ad Amboise del 1516 costituisce poi una interessante suggestione, peraltro già celebrata in occasione del Cinquecentenario con mostre ed un omaggio dello Scrittore / Camminatore Marino Curnis, che ha cercato di seguire le vie percorse a suo tempo da Leonardo.

In questa fase si ritiene di dare priorità ai Paesi dove il Genio ha vissuto. I contatti con Francia (Amboise, Chambord) , Slovenia (Vipava) e Svizzera (Canton Vaud) verranno definiti nei prossimi mesi per essere in grado di presentare unitamente il Progetto al prossimo Forum annuale degli ICE che si terrà nel mese di Settembre a Lucca. Questa attività sarà propedeutica alla costituzione dell'Associazione Internazionale ed alla condivisioni delle azioni comuni per presentare la candidatura a Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa nel Settembre 2018.

Per quanto riguarda i potenziali partner italiani stiamo lavorando con l'Amministrazione Comunale di Vinci per coinvolgere l'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa, i Comuni del Valdarno, del Montalbano e di altre parti della Toscana (Piombino). Ci avvarremo inoltre delle relazioni già presenti con i Comuni posti lungo l'Adda (Vaprio d'Adda) , della Romagna (Cesena) e delle Regioni a cui appartengono.
La presenza nel nostro Comitato Storico Scientifico di studiosi appartenenti ad importanti Istituzioni culturali delle città di Milano e Firenze consentirà collaborazioni anche con queste realtà, anche se non aderiranno all'Itinerario.

Stiamo inoltre seguendo con attenzione le possibili interazioni con Itinerari e Cammini già esistenti. Il 20 Gennaio 2017 si è tenuto a Vinci il convegno DA VINCI IN EUROPA. Un incontro tra il Comitato Promotore ed i rappresentanti di tre importanti Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa: Sami Tawfik – Responsabile Sviluppo Progetti Associazione Europea VIE FRANCIGENE, Antonio Barone – Direttore de LA ROTTA DEI FENICI e Enrico Zunino – Coordinatore Italia di DESTINATION NAPOLEON.

Gli interventi dei rappresentanti dei tre Itinerari ospiti, presentando le loro esperienze di successo che coinvolgono decine di Nazioni e centinaia di località dell'Europa continentale e del Mediterraneo, hanno confermato la validità del Progetto. Imponenti le cifre di visitatori mossi da un continuo intreccio di eventi, che favoriscono il turismo esperenziale, in particolare in percorsi molto spesso sconosciuti alla maggior parte dei visitatori.

Sabato 21 Gennaio 2017 l'incontro è proseguito con un workshop intitolato “Le opportunità degli Itinerari culturali Europei”. Sono stati approfonditi aspetti tecnico-organizzativi con preziosi suggerimenti per un efficace sviluppo del progetto e sono state riconosciute all'iniziativa molte delle caratteristiche positive necessarie alla costruzione di un Itinerario dalle grandi potenzialità. La collaborazione tra Itinerari è uno degli obiettivi del Consiglio d'Europa per ottenere attraverso lo scambio culturale una maggiore conoscenza tra i popoli e l'educazione alla pace.

Nel corso del 2017 si sono susseguiti diversi contatti con i Comune di Vipava ed Amboise e con il Presidente delloo Chateau du Clos Lucè che sono fortemente interessati al Progetto. Hanno aderito al Comitato anche l'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa e la Proloco di S.Amato. In occasione della partecipazione del 7° Advisory Forum of Cultural Routes, si terrà a Vinci un incontro tra le parti interessate per condividere le idee, le attività e la scaletta operativa per c9ostituire l?associazione Internazionale entro prossimo il Gennaio 2018.

ATTIVITA’ SVOLTE

20.01.2016 Costituzione Comitato Promotore
05.02.2016 Primo contatto Skype con Istituto I.C.E in Lussemburgo
05.05.2016 Presentazione Comitato alla Stampa – Adesione Comune di Vinci - Workshop con VIACERAM ed il Comune di Faenza
17.06.2016 Visita Chateau Clos Lucè su invito del Presidente Francois Saint Bris
06.2016 Incontro con Marino Curnis – LEONARDO 2016 Itinerario da Roma ad Amboise
10.2016 Adesione Movimento Shalom Onlus
26.10.2016 Partecipazione Forum annuale degli ICE a Vilnius
11.2016 Conferenza I Cammini Italiani con Marino Curnis
12.2016 Incontro con Giacomo Cucini - UdC Empolese Valdelsa
20.01.2017 Incontro Da Vinci in Europa - Whorkshop con Via Francigena, La Rotta dei Fenici e Destination Napoleon
22.01.2017 Incontro con il Console Onorario di Francia di Firenze
26.01.2017 Visita a Vipacco (Slovenia). Probabile partner dell’Associazione Internazionale
28.01.2017 Partecipazione Forum Comuni della Via Francigena
Incontro con Direttore ICE, Rappresentante del Canton Vaud (Svizzera), Dirigenti Regionali settore Turismo di Lombardia, Emilia Romagna, Val d’Aosta e Toscana
15.02.2017 Incontro con Direzione Cultura Comune di Firenze e Responsabile UNESCO per Centro Storico di Firenze
01.03.2017 Incontro con Assessorato Turismo della Regione Toscana
3 – 4.03.2017 - Partecipazione Convegno LA FRANCIGENA E I CAMMINI a S Miniato PI
23,4 Partecipazione a IL GIORNO DI LEONARDO con MUSICA PER LEONARDO
4.05.2017 Partecipazione Convegno VERSO IL FORUM EUROPEO DI LUCCA
16,05,2017 Presentazione de LE VIE DI LEONARDO a Firenze presso l'Istituto Francese alla presenza del console Onorario di Francia M.me Isabelle Mallez , del Presidente dello Chateau Clos Lucè di Amboise e del Presidente del Consiglio Regionale Francois Saint Bris.
4.08.017 Incontro organizzativo con il Sindaco di Vipava per presentazione ufficiale in Slovenia
24,08,17 Conferme della partecipazione al Forum annuale degli I.C.E. 2017 da parte delle Città di Amboise, Vinci, Vipava e dello Chateau du Clos Lucè.
8,09,2017 Presentazione ufficiale per la Slovenia del Progetto. Conferenza “Leonardo in Slovenia”
12,09,2017 Adesione al Comitato Promotore dell'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa e della Proloco di S. Amato
29,09,2017 Partecipazione al FORUM annuale degli I.C.E al Lucca per proporre la sottoscrizione di una lettera d'intenti a presentare la candidatura nella sessione 2018/2019 insieme alle Città di Amboise, Vinci, Vipava e dello Chateau du Clos Lucè.
30,09,2017 Presentazione del Progetto nell'ambito dell''incontro “ CELEBRAZIONI LEONARDO 2019”, indetto dal Comune di Vinci con la partecipazione di alcune Città italiane legate a Leonardo

Comitato Storico Scientifico, presieduto da Carlo Pedretti e coordinato da Alessandro Vezzosi, Direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci
Roberta Barsanti, Direttrice Biblioteca e Museo Leonardiani – Vinci
Fiorenzo Galli, Direttore Generale e Claudio Giorgione, Curatore Leonardo, Arte & Scienza
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – Milano
Paolo Galluzzi, Direttore del Museo Galileo – Firenze
Mauro Guerrini, Professore Ordinario di biblioteconomia – Università di Firenze
Pietro C. Marani, Presidente dell'Ente Raccolta Vinciana – Milano
Antonio Paolucci, già Direttore dei Musei Vaticani – Roma
Claudio A. M. Salsi, Soprintendente Musei Archeologici e Musei Storici, Castello Sforzesco – Milano
François Saint Bris, Presidente Château du Clos Lucé - Parc Leonardo da Vinci – Amboise (FR)
Carlo Vecce, Professore Ordinario di Letteratura italiana – Università di Napoli “L’Orientale”

“Per più di settanta anni ho lavorato tra l'Europa e gli Stati Uniti d'America, al fine di promuovere la conoscenza a livello mondiale di Leonardo Da Vinci, che ho qualificato come il "Genio europeo", in occasione della mostra di Bruxelles del 2007 celebrativa dei cinquanta anni del Trattato di Roma. Leonardo è il simbolo più affascinante ed emblematico nel contesto della nostra cultura e della civiltà. Questo Progetto su "Le Vie di Leonardo da Vinci", potrebbe diventare una straordinaria opportunità per noi di stimolare sempre più l'entità politica e culturale dei Paesi europei in un dialogo intenso - semplice, significativo e fecondo - con ogni altra parte del mondo. I miei più sentiti complimenti a tutte le persone coinvolte.”, così Carlo Pedretti ha commentato l'iniziativa.

Fonte: Le Vie di Leonardo

Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina