Maggio Metropolitano, Spinelli: "La cultura come antidoto al disagio giovanile"

maggio_metropolitano_presentazione_2017__10_17_1

“Più cultura, più sapere, più spazi per i giovani, più momenti di aggregazione”. E’ la ricetta che il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli propone per provare ad arginare le situazioni di disagio giovanile che si verificano con sempre maggiore frequenza. Il suo pensiero in materia il sindaco lo ha espresso ieri a Firenze, in occasione della presentazione del “Maggio Metropolitano”, il progetto col quale il Maggio Musicale Fiorentino porta la grande musica in 20 comuni, grazie allo stanziamento della Città Metropolitana di Firenze e in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e Firenze dei Teatri.

“Occorre – ha detto Spinelli – che tutte le istituzioni investano sempre di più nella formazione culturale e intellettuale dei ragazzi. E’ l’unico modo per contrastare il disagio giovanile. Se pensiamo di combattere i fenomeni di degenerazione con atteggiamenti proibizionistici siamo del tutto fuori strada. Dobbiamo far crescere le nuove generazioni in contesti culturali più evoluti e dar loro gli strumenti per crescere con i giusti valori. In questo senso sono molto importanti anche le iniziative di alto livello come quella proposta del Maggio Metropolitano.

A Fucecchio, dove sabato scorso abbiamo aperto la stagione di prosa del Teatro Pacini con lo spettacolo di Sabina Guzzanti, abbiamo deciso di portare la grande musica del Maggio in un locale che abitualmente è frequentato da giovani, come il Music Live Pub La Limonaia. Il prossimo 4 novembre si esibiranno in quel luogo i professori dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Non dobbiamo aver paura di avvicinare generi e tipologie di pubblico che apparentemente sembrano distanti.

La contaminazione è indispensabile per far sì che anche chi oggi non è interessato ad un certo tipo di cultura inizi a respirare quel clima e domani, magari, possa avvicinarsi con interesse. Venerdì scorso, ad esempio, siamo riusciti a portare, in orario lavorativo, cinquanta persone da Fucecchio a Firenze, al Teatro del Maggio, per assistere alle prove dello spettacolo “La Rondine” di Puccini; questo testimonia che c’è più sete di cultura di quanto non si possa immaginare. Ovviamente, se non facciamo qualcosa per stimolarli, i giovani non si avvicinano a certe proposte.

A Fucecchio proprio tre giorni fa abbiamo inaugurato un nuovo Centro Giovani dove i ragazzi potranno essere protagonisti e proporre le attività che intendono svolgere. E’ uno spazio dedicato a loro, un luogo che gli permetterà di esprimere le proprie passioni e di proporre le proprie idee. Se i ragazzi coltivano passioni sane riusciranno sicuramente ad aver un approccio migliore alla vita. La cultura è il vero antidoto al disagio giovanile”.

Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina