Carrara, ordinanza vieta l'uso dell'acqua in una frazione cittadina

Acqua
Acqua

Un’ordinanza, firmata dal sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, vieta l’uso dell’acqua erogata dal pubblico acquedotto sia ad uso alimentare che idroponico se non previa bollitura di 15 minuti e fino alla verifica del rientro a parametri nei limiti previsti in un intero abitato di Castelpoggio e riguarda 350 abitanti della frazione. L’ordinanza giunge dopo una segnalazione da parte dell’Usl Toscana Nord Ovest che rileva la presenza di batteri coliformi  a 37 gradi ed escherichia coli in percentuale maggiore rispetto agli standard consentiti. Nell’ordinanza il sindaco comunica a Gaia Spa e all’ufficio di protezione civile di Carrara che dovranno provvedere alla pubblicità del provvedimento comunale agli utenti interessati. L'uso dell'acqua sarà consentito solo dopo nuova comunicazione da parte del sindaco.

Tutte le notizie di Carrara

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina