Applausi al liceo 'Marconi' per il ritorno di Denise Cavallini dalla Maratona di New York

Denise Cavallini
Denise Cavallini a New York

Giovedì 9 novembre la mattinata al liceo 'Marconi' di La Scala (San Miniato) è iniziata in un modo veramente speciale. Studenti, colleghi e tutto il personale dell’istituto hanno infatti accolto calorosamente come meritava la prof.ssa Denise Cavallini di ritorno dalla maratona di New York. L’ingresso a scuola è stato onorato dall’inno di Mameli e da un tricolore ad adornare il busto di Marconi.

Denise Cavallini è stata applaudita e riportando le sue parole si è sentita “sommersa di complimenti e affetto”.

E’ stato un momento di gioia vera e una grande soddisfazione per tutti condividere le emozioni di una vera atleta che ha realizzato una prestazione notevolissima, piazzandosi al primo posto tra le toscane (con ben 7 minuti di vantaggio sulla seconda), al quarto tra tutte le italiane partecipanti e 78° assoluta.

Si tratta di un successo meritatissimo e costruito nel tempo, con la passione e il lavoro di anni. Denise Cavallini ha infatti iniziato a dedicarsi all’atletica a 14 anni, ed ha interrotto l’attività solo per un breve periodo, durante la gravidanza che le ha regalato due meravigliose gemelline nel 2010. Dopo soli tre mesi dal parto era di nuovo sulle strade a macinare km e nel frattempo allattava le sue bimbe, donando il latte che 'avanzava' all’ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze.

“Correre fa parte di me, un’ora il giorno è solo per me e la corsa - spiega l'insegnante - non solo per raggiungere un obiettivo ma per stare bene fisicamente e psicologicamente. Quando corro mi si libera la mente, risolvo i problemi e ricarico tutta la mia energia”.

La prima maratona l’ha corsa nel 2006 a Reggio Emilia, con un tempo di 2h 48. "Nel 2009 è arrivata la prima vera vittoria in maratona a Lucca in 2h e 44 ‘ 06 mio personale. Nel 2012 è stata la prima italiana alla maratona a Firenze e sesta assoluta in 2h 46’02. Ancora due bellissime vittorie alla maratona di Lucca sono state quelle del 2014,e del 22 ottobre scorso, poche settimane fa, con le sue gemelline al traguardo a tenerla per mano.
Nel novembre 2016 si è piazzata terza tra le italiane alla Maratona di Valencia in 2h48’ 06".

Sull’ultima maratona di New York, dalle quale è tornata con l’entusiasmo di un grande risultato, afferma: "Alla partenza, il sindaco di NY, prima dell’inno americano cantato dal vivo da una interprete bravissima, ha detto: 'New York non si piega e oggi lo vedrete dal vivo sulle strade perché ci saranno tre milioni di persone a incitarvi'. Ed è stato proprio così. Dalla gara torno portando con me con me sensazioni ed emozioni indescrivibili. In 3 ore di gara ho visto quartieri così affascinanti che non pensavo più a correre ma osservavo stupita. Per un'agonista come me non è facile partire in una griglia più lenta di quella assegnata dal tempo di qualifica ma lì c’era la mia lepre Sandro Prosperi e un gruppo di amici veri che mi hanno fortemente voluto in questa trasferta americana. Non potevo non godermi con loro l’attesa, l’adrenalina e le risate prima della partenza, la danza propiziatoria, l’inno americano e poi la corsa e la sfida vere! Sorrisi, saluti, tifo che spinge a dare il massimo.

La seconda parte è stata impegnativa: tanta salita da affrontare con grinta. Ho superato tanta gente, e ho capito che partire piano è stata un’ottima scelta tattica. A Central Park le mascotte Gumasiane urlano 'Denise Cavallini' e mi viene da piangere; ma non c’è tempo perché devo ancora spingere per scendere sotto le 3 ore e raggiungere così il mio obiettivo. Alla fine una grande commozione! La bandiera italiana è più importante di qualsiasi prestazione cronometrica: la prendo dai pantaloncini e inizio a sventolarla con orgoglio negli ultimi 100 mt. Con un urlo liberatorio taglio il traguardo incredula e felice."

Il liceo 'Marconi' partecipa alla gioia della prof.ssa Denise Cavallini, sentendosi veramente onorato di poter avere la fortuna di avere tra i suoi insegnanti un’atleta che può essere di grande esempio per gli studenti, una persona che porta con sé e trasmette a tutti la propria passione.

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina