Mostra del Tartufo, si parte. Arte e non solo: anche una sfida culinaria tra sindaci

san_miniato_mostra_tartufo_bianco_2014_11_23_3

Tutto pronto per l’edizione numero 47 della Mostra del tartufo bianco di San Miniato. Il consueto taglio del nastro è previsto per sabato 11 novembre, alle ore 12.30, in piazza del Duomo, quando si darà il simbolico via libera all’apertura degli stand dislocati nelle piazze storiche di San Miniato. A fare gli onori di casa saranno il sindaco Vittorio Gabbanini e il presidente della Fondazione San Miniato Promozione Delio Fiordispina, che daranno il via alla kermesse, insieme all’eurodeputata Simona Bonafé, al presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, all’assessore regionale Marco Remaschi, ai consiglieri regionali Antonio Mazzeo, Andrea Pieroni e Alessandra Nardini e alle istituzioni cittadine.

La kermesse, organizzata dal Comune di San Miniato e dalla Fondazione San Miniato Promozione, proseguirà domenica 12 e nei weekend 18 e 19, 25 e 26 novembre.

Ad anticipare l’inaugurazione sarà la consegna del XXIV premio giornalistico intitolato a “Roberto Ghinetti”, il riconoscimento in memoria del giornalista del Tirreno morto nel 1993, a soli 32 anni, per una grave malattia. Alle 10.30 nella splendida cornice della Sala delle Sette Virtù saranno premiati Conchita Sannino, giornalista di Repubblica, mentre per la sezione giovani, istituita nel 2010, sarà assegnato a Roberto Vicaretti giornalista di RaiNews24.

Alla corte di Re tartufo bianco ci saranno illustri cortigiani: il vino dei Vignaioli di San Miniato, l’olio extra vergine d’oliva, i prelibati salumi, i dolci tipici locali, formaggi ed altri prodotti della filiera corta, grazie alla collaborazione con Slow Food e Campagna Amica. Più di 150 espositori presenteranno le eccellenze enogastronomiche locali, della Toscana, d’Italia e d’Europa, mentre l’Associazione tartufai delle colline sanminiatesi ci accompagnerà attraverso la ricerca dimostrativa del tartufo.

Cuore pulsante di questa manifestazione si conferma l'Officina del Tartufo, lo spazio dedicato alla preparazione e degustazione di piatti al tartufo curati da importanti e prestigiosi chef nazionali ed internazionali, che quest’anno è ospitata nella splendida cornice di Piazza Duomo. Proprio qui, dalle 15, nove sindaci del territorio (Vittorio Gabbanini, Gabriele Toti, Giulia Deidda, Giovanni Capecchi, Alessio Spinelli, Ilaria Parrella, Renzo Macelloni, Susanna Ceccardi e Brenda Barnini) si sfideranno in una gara ai fornelli organizzata in collaborazione con il quotidiano il Tirreno, decretando chi sarà il vincitore assoluto del cooking show “Sindaci in cucina” edizione 2017.

Ogni fine settimana avrà un tema, un filo conduttore che porterà il visitatore in uno splendido viaggio attraverso gusto, sapore, tradizione. Il primo (11-12 novembre) sarà dedicato alla Francigena, una delle più antiche vie di pellegrinaggio d’Europa, oggi al centro di grande attenzione e investimenti da parte delle istituzioni comunitarie, nazionali e regionali. In collaborazione con l’Associazione Europea della Via Francigena, San Miniato ospiterà i Comuni che si trovano lungo il tracciato, che parteciperanno alla manifestazione con i loro produttori di tipicità locali, per dar vita al primo Festival nazionale dei prodotti enogastronomici della Via Francigena.

Quest’anno la Mostra del tartufo affianca al ricco programma di eventi dedicati all’enogastronomia anche un cartellone di importanti momenti culturali. Nei tre sabati della Mostra, all’Auditoruim CARISMI (in piazza Buonaparte), tre serate dedicate a musica, teatro e intrattenimento, ad ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti). Domani sera si comincia con il concerto degli Homo Sapiens (ore 21.15) a quarant’anni dal loro successo al Festival di Sanremo. Sempre in tema di cultura, alle 17, nella Biblioteca “M. Luzi” di San Miniato, Claudia Saba presenterà il suo ultimo libro “Era mio padre”, il primo degli appuntamenti della rassegna “Assaggi letterari”. Importante appuntamento domenica 12, alle 17, nella Chisa di San Rocco in piazza Buonaparte sarà presentata la ristampa dell’opuscolo “I pittori di San Rocco”, dedicata ai 50 anni dalla realizzazione degli affreschi della chiesa, alla presenza del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani. Per tutta la durata della Mostra e fino al 10 dicembre, nelle sale a piano terra di Palazzo Grifoni, sarà visitabile la personale del pittore sanminiatese Enzo Giani, dal titolo “Enzo Giani nella sua San Miniato”. Domenica 12 inizia anche il primo ciclo di visite alla Casa di Dilvo Lotti (via Maioli, 22), dalle 15 alle 18, coordinate dal pittore Luca Macchi (per prenotazioni: 0571/42745 – ufficio turismo@comune.san-miniato.pi.it), mentre sia il sabato (15-17), sia la domenica (15.30-17.30) è possibile partecipare al tour di visite guidate del Palazzo Comunale (per prenotazioni: 348/7187908 – sistema museale@comune.san-miniato.pi.it).

Molto importante l’iniziativa di solidarietà che caratterizza tutta la 47esima edizione della Mostra del tartufo. Partner di quest’anno sarà la Fondazione Tommasino Bacciotti, la più importante realtà del volontariato di supporto all’Ospedale pediatrico Meyer, alla quale sarà devoluto parte dell’incasso realizzato con i biglietti del bus navetta. La Fondazione, attraverso il progetto “Case accoglienza Tommasino”, consente alle famiglie che vengono a Firenze nella struttura ospedaliera, di affrontare unite il percorso di cura e degenza del proprio bambino, soprattutto quando la permanenza si rivela lunga, aiutandoli in tal modo, a superare anche disagi di natura economica che possono sorgere in simili circostanze di per sé già estremamente difficili. La Fondazione sostiene anche la ricerca medico-scientifica sui tumori cerebrali infantili.

Durante la Mostra è attivo il servizio di bus navetta con due linee: linea 1 (Palazzetto dello sport, via Fontevivo – Cimitero San Lorenzo – Piazza Dante) attiva il sabato dalle 14 alle 23 e la domenica dalle 9 alle 23.30; linea 2 (PAM, via Pestalozzi, Cimitero San Lorenzo, Piazza Dante) attiva solo la domenica dalle 9 alle 23. E’ attivo inoltre un servizio di bus navetta che da San Miniato Stazione arriva in piazza Dante (sabato 6.30-20 e domenica 11.40-19.45) gratuito soltanto la domenica per chi a

Fonte: Comune di San Miniato - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina