Pane e olio alla mensa, Sinistra Italiana Empolese Valdelsa condanna l'episodio

(foto d'archivio)
(foto d'archivio)

"Sinistra Italiana zona Empolese Valdelsa intende rendere pubblica la sua netta condanna verso l'operato di Silvia Chiassai, sindaca di Montevarchi.

Alcuni bambini della scuola primaria sono stati esclusi dalla normale refezione scolastica, perché figli di genitori morosi.

Mentre tutti gli altri ospiti della mensa hanno potuto consumare il pasto completo, ai bambini " colpevoli " è stato riservato solo pane e olio.

Ci chiediamo sgomenti quale logica possa aver seguito la Sindaca, se non quella legata a meri scopi di propaganda elettorale per la forza politica cui appartiene.

Nessun bambino può essere punito per le mancanze e le colpe degli adulti e se questo avviene per mano di educatori e formatori cui i bambini stessi vengono affidati, la vicenda risulta particolarmente odiosa.

La scuola deve garantire il benessere, la sicurezza e la serenità degli alunni e non perseguire politiche discriminatorie.

Sinistra Italiana empolese valdese chiede pertanto:
1) che la sindaca di Montevarchi chiarisca la sua posizione e gli intenti che ha voluto perseguire con il suo atto discriminatorio;
2) che la dirigente scolastica e gli organi collegiali della scuola prendano una posizione di netta condanna verso l'accaduto;
3) che la Regione Toscana, nella persona del suo Governatore e del competente assessore alla pubblica istruzione, faccia sentire chiara e netta la sua condanna;
4) che il legislatore provveda al più presto a rendere gratuiti per tutti gli utenti della scuola dell'obbligo, i servizi inerenti la mensa e i trasporti".

Nicola Ferraro e Fabrizia Bertelli, coordinatori Sinistra Italiana Empolese Valdelsa

Tutte le notizie di Montevarchi

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina