Una vita per il mare, premiato l’ammiraglio Romani e la direzione marittima toscana

il Comandante generale Vincenzo Melone, il Presidente dell'Istituzione dei Cavalieri di S.Stefano e l'Ammiraglio Luigi Romani
il Comandante generale Vincenzo Melone, il Presidente dell'Istituzione dei Cavalieri di S.Stefano e l'Ammiraglio Luigi Romani

Importanti riconoscimenti ieri sera sono stati conferiti dall’Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano di Pisa alla Guardia costiera, nell’ambito della manifestazione “Una vita per il mare”, svoltasi presso il Palazzo del Consiglio dei Dodici a Pisa. Il primo, il più prestigioso ed in passato riconosciuto ad illustri personaggi, quali Durand de La Penne, è stato attribuito all’Ammiraglio Luigi Romani che della Guardia costiera è stato il Comandante generale dall’82 all’86.

Alla presenza dell’attuale Comandante generale, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone, nell’occasione accompagnato dal Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, Direttore marittimo della Toscana, Luigi Romani ha ricevuto l’onorificenza dell’Istituzione “per il complesso di attività svolte con grande impegno e dedizione nel corso della sua lunga carriera. Una passione per il mare che ha associato ad una notevole produzione letteraria e culturale di eccellente livello in molteplici settori, quali musica, letteratura, storia navale ed arte”.

Al personale del 2° Centro Controllo Area Pesca della Direzione marittima della Toscana-Guardia costiera, invece, il riconoscimento è stato attribuito per la professionalità dimostrata nell’attività di contrasto agli illeciti nel settore pesca marittima, sia in mare, sia sul territorio, assicurando “il perseguimento degli obiettivi di tutela delle risorse dell’ecosistema marino e dell’ambiente in generale, propri della Guardia costiera, a beneficio dell’intera collettività”.

Fonte: Guardia costiera - Capitaneria di porto

Tutte le notizie di Livorno

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina