Tendenza meteo a medio termine 21 novembre - 30 novembre

La situazione

La situazione.

Dalle prime ore della nottata un modesto calo della pressione sul Golfo Ligure attiverà un flusso mite ed umido, che interesserà le coste Tirreniche e la Toscana per gran parte della settimana. Successivamente, aria più fresca in discesa da un vortice depressionario in approfondimento sul Golfo di Biscaglia, aprirà una nuova fase perturbata.

Tarda nottata - prime ore del mattino del 23 novembre

Tarda nottata - prime ore del mattino del 23 novembre

Stiamo per attraversare una settimana in cui la presenza dell'anticiclone su parte della nostra regione, non sarà garanzia assoluta del bel tempo. Lo scorrimento di aria umida e mite collegata ad un blando flusso instabile, attiverà già a partire dalla tarda nottata odierna, ma soprattutto nelle prime ore della giornata di domani, deboli precipitazioni sparse, più probabili inizialmente sulle zone occidentali.

Domenica 26 novembre

Domenica 26 novembre

Un contesto che a fasi alterne ci accompagnerà per tutta la seconda parte della settimana, prediligendo mercoledì le zone meridionali, mentre giovedì e venerdì quelle settentrionali, le più esposte del resto al flusso umido, rimandando ad un progressivo peggioramento del tempo, destinato a interessare la Toscana nella giornata di domenica.

Domenica sera

Domenica sera

L'ipotesi prevalente al momento, vede una saccatura collegata a un vortice freddo sul Nord Europa, che andrebbe a collocarsi sul Golfo di Biscaglia, interessando l'Europa centrale e marginalmente il Mediterraneo, pilotando un fronte nord-atlantico a indebolire l'anticiclone. I primi rovesci al momento sono previsti entro la nottata di sabato lungo le coste centro-settentrionali, mentre solo a partire dalla mattinata di domenica, interesseranno anche il resto della regione. La quota neve in Appennino, si attesterà oltre i 1200 metri, per poi con l'ingresso dell'aria fredda in coda al fronte, calare attorno ai 900-1000 metri, nella nottata successiva.

Lunedì 27 novembre

Lunedì 27 novembre

Si tratterà di un rapido peggioramento del tempo, e che già nella giornata di lunedì concederà una prima pausa dei fenomeni ed un netto calo delle temperature, frutto anche della rotazione delle correnti che andranno a disporsi da nord-est.

Temperature minime previste per martedì 28 novembre

Temperature minime previste per martedì 28 novembre

Anche stavolta, l'aria fredda presente nei bassi strati, unita ad una moderata escursione termica, complice il cielo stellato della nottata tra lunedì e martedì, ci porterà ad un netto calo delle temperature minime, destinato a rivelarsi del tutto effimero, con alle porte il successivo peggioramento di metà settimana.

Serata di martedì 27 novembre

Serata di martedì 27 novembre

I modelli al momento concordano su un peggioramento più importante, capace di aprire una fase di maltempo più organizzata e duratura, a cavallo degli ultimi giorni del mese, anche se alcuni dubbi permangono. Infatti la traiettoria del fronte, spingendosi verso il centro del Mediterraneo, potrebbe anche dirigere aria leggermente più mite verso la nostra regione, facendo balzare la quota neve oltre i 1200 metri. Un quadro barico da seguire con attenzione, dove il posizionamento del minimo barico principale, sarà determinante per la quota di attestazione dei fenomeni nevosi in Appennino e la convergenza dei fenomeni più importanti.

Giovedì 30 novembre

Giovedì 30 novembre

Chiusura dello step previsionale, con la graduale cessazione delle precipitazioni entro la mattinata di giovedì, accompagnato da un temporaneo calo delle temperature, complice la disposizione delle correnti lungo la curvatura ciclonica, e che favorirà la ripresa della ventilazione da nord-est su tutta la Toscana.

Schermata 2017-11-21 alle 00.09.33

Gordon Baldacci


loading...