Bonus verde 2018, incentivi fiscali per giardini e terrazzi

Parco

Buone notizie per chi ha intenzione di rinnovare il proprio giardino o terrazzo. Con la nuova Legge di Bilancio 2018, che prenderà il via ufficiale dal 1°Gennaio, viene introdotto il “Bonus Verde” manovra che permette ai proprietari di unità indipendenti o ai condomini di detrarre dalle tasse fino al 36% delle spese sostenute per la realizzazione di aree verdi. Il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione  è di 5mila euro per immobile, che consente al netto un recupero di circa 1.800 euro.

Il bonus sarà applicato a tutti quei soggetti che saranno in grado di documentare spese effettivamente sostenute per la messa a dimora di piante e arbusti in giardini o terrazzi, installazioni di verde pensile, rifacimento di prati, impianti di irrigazione o interventi di grossa potatura. Oltre alle spese per la manutenzione delle aree a verde, sarà possibile recuperare anche quelle impiegate per la progettazione.

La manovra è stata pensata per aumentare le superfici verdi delle nostre città: secondo dati Istat, il verde urbano ammonta solo a 31,1 metri quadrati per abitante (per il centro Italia scende a 22,7 metri per abitante), corrispondenti al 2,7 per cento del territorio dei capoluoghi di provincia.

L’impatto del bonus verde avrà senza dubbio conseguenze positive sull’ambiente: riduzione dell’inquinamento (consideriamo che una pianta adulta cattura dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili), aumento della biodiversità, diminuzione dell’isola di calore urbana ma anche, come conseguenze indirette, aumento dell’occupazione e incentivazione per il settore del florovivaismo, molto importante per i nostri territori.

La presenza di un’area verde intorno casa ha anche ulteriori vantaggi. Attraverso un’accurata progettazione ad esempio, si possono ridurre i consumi di riscaldamento e aria condizionata, poiché le coperture vegetali contribuiscono a diminuire la temperatura dell’aria ma anche la velocità del vento. Studi effettuati su latifoglie ben posizionate hanno fatto emergere un risparmio annuo sul condizionamento che varia tra i 100 e i 400 kWh. Oltre a questo, la presenza di piante nelle zone adiacenti l’abitazione, contribuisce alla riduzione dell’inquinamento acustico, all’aumento del valore dell’immobile ma anche al miglioramento del proprio benessere fisico e mentale.

Ulteriori informazioni saranno divulgate in seguito all’approvazione definitiva della legge, prevista per fine mese. Giusto in tempo per aggiungere alla lista dei regali di Natale un nuovo giardino per tutta la famiglia!

Oxalis2

Ilaria Mancini

Tutte le notizie di Toscana


loading...