Attrezzi da scasso nell'immobile abbandonato: due espulsioni ad Altopascio

municipale_generica_

Attrezzi per scasso, occupazioni abusive di immobili e due persone irregolari espulse, che già nella serata di ieri risultavano atterrate nel proprio paese di origine. È questo il bilancio di una giornata di controlli ad Altopascio, condotti dalla Polizia Municipale insieme con l'Ufficio stranieri e la squadra mobile della Questura di Lucca. Ieri, martedì 5 dicembre, infatti, gli agenti hanno pattugliato il territorio comunale, con operazioni di controllo e prevenzione concentrate soprattutto nel centro del paese, sulle strade e in due immobili abbandonati del territorio, uno in via Torino e l'altro, l'ex albergo-ristorante La Reggia, in via dei Biagioni, entrambi coinvolti in procedure di fallimento e attualmente nella disponibilità del curatore fallimentare.

Nell'edificio di via Torino dormivano abusivamente tre persone straniere, due delle quali, irregolari, sono state immediatamente espulse dall'Italia: già nella serata di ieri risultavano essere arrivate nel proprio paese di origine. Nello stesso immobile, tra l'altro, gli agenti hanno rinvenuto attrezzi utili per compiere effrazioni, scasso e furti nelle abitazioni: il materiale è stato posto sotto sequestro penale. L'altro immobile in via dei Biagioni, già destinato ad attività ricettiva, era invece abusivamente occupato da due persone, entrambe regolari. Per rendere più efficaci le varie operazioni, è stata coinvolta anche l'unità cinofila della Polizia Municipale di Prato, con i pastori tedeschi Akron e Devil, che ha poi effettuato alcuni controlli mirati nei dintorni delle scuole cittadine e nei parchi.

Nei giorni scorsi, invece, la Polizia Municipale è stata impegnata in un altro giro di controlli che ha visto la collaborazione del Reparto prevenzione crimine della Toscana, grazie al quale sono stati effettuati controlli mirati sulla popolazione straniera e sono state identificate 46 persone, all'interno di alcuni locali del centro cittadino, e altre in punti sensibili del comune.

«La collaborazione con le altre forze dell'ordine – spiega il Sindaco, Sara D'Ambrosio – unita all'utilizzo efficace e continuativo del sistema di videosorveglianza watch-dog, che permette di avere una mappatura costante degli ingressi e dei movimenti all'interno di Altopascio, rappresenta una buona strategia per presidiare il territorio, avere un quadro sempre aggiornato, intervenire nelle situazioni più critiche e pericolose e prevenire il crimine. Per questo motivo voglio ringraziare la Polizia Municipale e le altre forze di polizia che periodicamente svolgono attività di indagine e di controllo sul nostro territorio. Rinnovo anche la volontà di collaborare con gli altri Comuni della Piana, come ho avuto modo di accennare nella lettera inviata una decina di giorni fa alla Prefettura per chiedere la convocazione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza».

Fonte: Comune di Altopascio

Tutte le notizie di Altopascio

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina