Educare alla Pace, gli studenti di Cerreto al centro di eutanasia di Mauthausen

cerreto_guidi_2017_12_06_mauthausen_2

I ragazzi dell’Istituto comprensivo di Cerreto Guidi a Mauthausen nell’ambito del  progetto“Educare alla Pace”.

Si è concluso nei giorni scorsi il viaggio della memoria che ha coinvolto gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Cerreto Guidi.

Al viaggio hanno preso parte oltre ai ragazzi e a alcuni docenti e genitori, il vicesindaco di Cerreto Guidi Serena Buti e la dirigente dell’Istituto comprensivo di Cerreto Guidi Gabriella Menichetti.

Della comitiva, composta da un centinaio di persone, facevano parte, inoltre, alcuni rappresentanti del Comitato della Pace e dello SPI-CGIL che, tra l’altro, ha messo a disposizione un contributo economico per il viaggio.

“E’stato un viaggio breve, ma denso di emozioni- commenta il vicesindaco Serena Buti-ho avuto modo di accompagnare dei ragazzi attenti e partecipi e con la voglia di conoscere le atrocità avvenute in quei luoghi. Come Amministrazione comunale abbiamo cercato di venire incontro alle famiglie con contributi sulla quota di viaggio in base alla dichiarazione ISEE proprio per ampliare al massimo la partecipazione. Riteniamo questi progetti importanti e doverosi”.

Il viaggio, incluso nel progetto “Educare alla Pace”, ha previsto tappe al Castello di Hartheim che i nazisti trasformarono in un centro di eutanasia sterminando i portatori di handicap e a Mauthausen dove è stata deposta una corona di alloro al Monumento ai caduti italiani e lasciato un omaggio floreale alla lapide che ricorda le vittime di Cerreto Guidi.

Per alleggerire il breve, ma intenso viaggio, l’ultima tappa ha toccato Salisburgo con una visita guidata alla casa natale di Mozart.

“Per i ragazzi si è trattato - osserva la dirigente scolastica Gabriella Menichetti - di un’esperienza davvero unica che ha permesso loro di comprendere il significato di quel dramma. Questi giovani sono stati capaci di riflessioni profonde cogliendo al meglio tutti gli stimoli dati loro dal viaggio.
Da questo viaggio - conclude la dirigente scolastica - si torna più ricchi e non solo i ragazzi”.

Al viaggio della memoria ha partecipato anche la regista Firenza Guidi che ha compiuto con i ragazzi un percorso di scrittura creativa raccogliendo il materiale che confluirà in uno spettacolo.

Fonte: Comune di Cerreto Guidi - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Cerreto Guidi

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina