Sds Valdarno Inferiore ed Empolese Valdelsa, Franco Doni commissario per la fusione

Franco Doni in piedi, seduto Nedo Mennuti
Franco Doni in piedi, seduto Nedo Mennuti

Un passo importante verso la nascita di una Società della Salute unica tra Empolese-Valdelsa e Valdarno Inferiore che prenderà il via dal prossimo anno. Nei giorni scorsi è stato nominato il commissariato che si occuperà di ‘traghettare’ le due attuali SdS che erano presenti sul territorio dell’ex Azienda Usl 11 verso la loro fusione in un unico soggetto.

Dunque il direttore tecnico delle due Società della Salute, Nedo Mennuti, lascia spazio a Franco Doni, nominato commissario che ha il compito di gestire questo periodo di transizione. Doni è attualmente anche Direttore della SdS Fiorentina Nord Ovest, conosce molto bene il territorio dell’ex Asl 11 in quanto è stato recentemente anche direttore della SdS Valdarno Inferiore.

La SdS di Empoli e la SdS Valdarno Inferiore con delibera n. 17 del 04.08.2017 hanno deciso di procedere a fusione per incorporazione e di costituire un’unica Società della Salute coincidente con il nuovo ambito territoriale del Servizio Sanitario Regionale.

In base a quanto previsto dalla l.r. 11/2017 “Disposizioni in merito alla revisione degli ambiti territoriali delle zone-distretto. Modfiche alla l.r. 40/2015 ed alla l.r. 41/2005”, dal 1 gennaio 2018 è istituita una nuova zona distretto “Empolese – Valdarno Inferiore” che va ad unificare le due zone distretto attualmente presenti sul territorio dell’ex Azienda Usl 11. La legge regionale rafforza il ruolo delle Zone e dà un indirizzo chiaro nella direzione del modello delle Società della Salute attraverso la previsione di una serie di incentivi per le nuove zone derivanti da accorpamento che scelgono il modello organizzativo delle Società della salute.

Nei giorni scorsi i rappresentanti dei Comuni che fanno parte dell’Empolese Valdelsa e del Valdarno Inferiore, al fine di gestire il complesso processo di unificazione e la fusione delle due SdS, hanno nominato la figura del ‘Commissario’, ai sensi dell’art. 23, comma 4, della L.r. 11/2017.

«Ringraziamo Nedo Mennuti per la disponibilità e la professionalità dimostrata in questi anni in cui ha guidato come direttore le nostre SdS – dicono i presidenti dei due soggetti, il sindaco di Empoli Brenda Barnini e il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini –. Con Mennuti il ruolo e le funzioni delle Società della Salute sono cresciuti e ha messo basi solide per questa nuova fase di fusione che è di cruciale importanza per la trasformazione dell’attuale quadro di competenze e gestionale. La novità del 2018 in tema di sanità dei nostri territori diventerà il soggetto gestore di gran parte delle politiche sociali oggi in carico in forma mista tra Comuni, Sds e ASL».

Le due Sds lavorano da tempo in modo coordinato e con progettualità comuni, basti pensare per citarne solo alcune, al progetto di unificazione dei Centri Affido, al Servizio Sociale in Emergenza (SEUS), e alle coprogettazioni FSE dell’ultimo anno. La scelta della fusione è stata quindi naturale, pur permanendo fra le due realtà numerose differenze gestionali e organizzative

Fonte: Ufficio Stampa Asl Area Vasta Centro

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina