Tassa di soggiorno, l'assessore Baruffa: "Da Confesercenti ansia da prestazione"

Gianni Baruffa
Gianni Baruffa

«Di “scomposto” in tutta questa vicenda c'è solo la loro dichiarazione». Inizia così il suo intervento in replica alle recenti dichiarazioni di Confesercenti sulla tassa di soggiorno, l’assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa. «A me non interessano le battaglie tra le associazioni cosa che sembra a Confesercenti interessi molto visto che l'hanno anche fatto notare nella loro ultima nota – continua Baruffa - . Anche perché il rischio è che nelle "guerre di tesseramento” si perda di vista quello per cui sono nate le associazioni di categoria. Sulla tassa ho già detto tutto e come anche sulla applicazione dei proventi. Il resto interessa poco sia a me che ai lettori. Sembra proprio che in questa fase Confesercenti accusi un po’ di ansia da prestazione e che tenti di far cadere sull’amministrazione comunale i propri problemi. Continueremo a fare le concertazioni senza nessun problema come dice la legge, è importante che sia chiaro per tutti che il Comune farà sempre riferimento al bene della città e non certo al bene di un’associazione. Questa è la situazione, il resto sono solo chiacchiere di poco conto. Ognuno pensi a fare il proprio lavoro senza prevaricare sugli altri» conclude l’assessore Baruffa..

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Volterra

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina