Arti marziali: Oktagon Bellator, al Mandela forum tornano le sfide mondiali

(foto da Facebook)
(foto da Facebook)

Tutto è pronto per la ventiquattresima edizione di Oktagon Bellator, l’evento di sport da combattimento che vedrà grandi stelle di kickboxing e Mma, sul ring e nella gabbia, sabato 9 dicembre, per il secondo anno consecutivo al Mandela Forum. Un appuntamento che si prepara al tutto esaurito, come già un anno fa, e che sarà molto seguito nel mondo: la distribuzione dell’evento in tv, annunciano gli organizzatori, coprirà 158 Paesi, a cominciare dagli Stati Uniti. Un cartellone di 15 incontri: 5 di thai boxe fight code rules, 5 di kickboxing, 5 di arti marziali miste. Su tutti, la sfida per il titolo mondiale Bellator di MMA degli 84 kg tra lo sfidante, l’italiano Alessio Sakara, e il campione in carica, il brasiliano Rafael Carvalho, che questa mattina hanno partecipato alla presentazione al palazzo del Pegaso. Titoli in palio anche tra Nando Calzetta e il francese campione in carica Samy Sana (Iska 72,5 kg), e tra Armen Petrosyan e Amansio Paraschiv (70 kg). Attenzione rivolta anche alle figure di casa in Toscana, da Gloria Peritore a Enrico Carrara, Tony Zanko e Hamza Imane.

“Abbiamo a cuore la presentazione di questo evento, perché si tratta di uno dei momenti sportivi che caratterizzano e qualificano la nostra città. Una vetrina nazionale e internazionale”, ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani. “Siamo di fronte a discipline che trasmettono non solo lo spirito del combattimento, ma hanno anche una valenza sul piano sociale. La sicurezza e l’autocontrollo nella difesa personale stanno diventando un elemento fondamentale della convivenza civile”, ha aggiunto Giani.

Alla conferenza stampa hanno preso parte questa mattina anche il presidente Fight 1 e promoter di Oktagon, Carlo Di Blasi, il presidente Bellator Scott Coker e l’assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, che ha espresso l’auspicio di “vedere questa manifestazione a Firenze anche nei prossimi anni, perché diventi un appuntamento fisso a chiusura dell’anno sportivo“.

Fonte: Consiglio Regionale

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina