Elisa Chiabotto (Use Rosa): "Siamo oltre le più rosee previsioni"

Elisa Chiabotto
Elisa Chiabotto

Non è usuale che una giovane in prestito venga confermata per due anni, ma per Elisa Chiabotto è stato fatto uno strappo alla regola. Il motivo è semplice, ovvero la volontà da ambo le parti di proseguire nel rapporto: l’Use Scotti Rosa convinta che la classe 1997 è in grado di crescere ancora e dare così un contributo importante, lei perché a Empoli sta bene.

"Volevo restare a tutti i costi – spiega la play torinese scuola Moncalieri – così in estate, appena ho saputo che esisteva questa possibilità, non me la sono fatta scappare. Qui, infatti, sto benissimo prima di tutto per il gruppo che c’è, poi anche per questa società che è fatta di persone fantastiche e disponibili. Se a questo aggiungiamo poi l’aspetto tecnico e quanto siamo riuscite a fare l’anno scorso, ecco perché sono ancora qui e soprattutto perché sono felice di questo".

Anche se all’inizio non sono mancati i problemi. "Per noi non è stato un pre-campionato facilissimo, non sono mancati i problemi che, in fin dei conti, era logico che ci fossero. Abbiamo cambiato molto, numericamente sono aumentate le giovani che ancora non sono pronte per questo campionato e quindi abbiamo dovuto ricercare i giusti equilibri. Direi però che piano piano ci siamo riuscite e la classifica è lì a dimostrarlo".

Quindi non ti aspettavi di essere lassù? "Onestamente no – replica sincera – ovviamente ci speravo come è logico che sia, ma siamo andati oltre le più rosee previsioni. Piano piano le cose sono migliorate col passare delle partite ed ora direi che abbiamo raggiunto una buona consapevolezza nei nostri mezzi ed il giusto equilibrio fra di noi. E la classifica è lì a dimostrarlo".

Ma delle squadre di testa chi è la più forte? "San Giovanni ha senza dubbio individualità importanti, ma secondo me la più squadra è Bologna che fra dieci giorni sarà alla Lazzeri".

Ed ora la trasferta di Umbertide. "E’ una partita tosta – chiude Elisa – ma che ora ci voleva. Nelle ultime partite abbiamo trovato avversarie di fascia più bassa e quindi abbiamo un po’ allentato la pressione. Domenica, però, non ce lo potremo permettere e per questo dico che è la partita che ci voleva prima dello scontro al vertice con Bologna".

Fonte: Use Basket Empoli

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina