Violenza di genere, palla prigioniera per celebrare la libertà

palla prigioniera

Giochiamo a palla prigioniera per celebrare la libertà. Dopo il successo del debutto, avvenuto nei mesi scorsi, i giovani tornano a sfidarsi sul campo del Palazzetto dello Sport di Calcinaia per un nobile motivo: dire no alla violenza di genere ricordando una figura femminile emblematica, quella di Franca Viola.

È infatti intitolata a lei la seconda edizione del torneo promosso dall’amministrazione comunale calcinaiola che si terrà Sabato 16 Dicembre. Un’iniziativa in cui l'attività fisica farà da collante e rappresenterà l’occasione per affrontare temi di grande importanza e attualità, coinvolgendo ragazzi e ragazze che frequentano alcune classi di terza media dell’Istituto Comprensivo M.L.King.

“Questa manifestazione che unisce lo sport alla cultura dei diritti – dichiara Beatrice Ferrucci, Assessore alle politiche giovanili del Comune di Calcinaia – vuole sensibilizzare le nuove generazioni su questioni come sessismo e maschilismo, barriere contro le quali in passato molte donne hanno combattuto. La loro vittoria è stata una vittoria per l’intera comunità, una conquista in termini di giustizia e civiltà. Una di queste figure è proprio quella di Franca Viola, la quale, con il suo coraggioso gesto di opposizione alla pratica del cosiddetto “matrimonio riparatore”, è divenuta simbolo della crescita civile del nostro Paese e dell'emancipazione delle donne italiane”.

Il match avrà inizio alle ore 9.30 e si protrarrà fino a alle ore 12. Una mattinata intensa, in cui non ci sarà solo competizione: non mancheranno infatti momenti riservati alla riflessione e alla condivisione. A introdurre la manifestazione saranno il Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi e l’Assessore alle politiche giovanili, Beatrice Ferrucci. A trattare il tema della parità di genere sarà una rappresentante della neo – eletta Commissione Pari Opportunità dell’Unione Valdera.

Ai partecipanti e alle partecipanti sarà offerta una gustosa merenda e un piccolo gadget “home made”. Si tratta di trecce rosse realizzate dalle volontarie della Sartoria della Solidarietà di Calcinaia e Fornacette in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, celebrata lo scorso 25 Novembre. Un dono simbolico accompagnato da un cartoncino che ne spiega il senso, per ricordare la priorità e l’urgenza di una simile tematica.

A collaborare alla buona riuscita di questa iniziativa saranno inoltre le associazioni locali Auser e Bubamara Teatro.

 

Fonte: Comune di Calcinaia - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Calcinaia

<< Indietro
torna a inizio pagina