Incinta, accetta il lavoro nelle farmacie comunali di Massa ma rimane disoccupata

farmacia

È incinta, accetta il lavoro a Massa, ma rimane disoccupata. Una strana storia arriva dal nord della Toscana, per la precisione dalla 35enne Sara Bonocore. Laureata in chimica e tecnologia farmaceutica, lavorava in una farmacia privata. Nel 2011 aveva partecipato al concorso del Comune di Massa per le farmacie comunali ed era entrata in graduatoria.

In estate è rimasta incinta di due gemelle e lo scorso 18 dicembre ha ricevuto il contratto di assunzione part time a tempo indeterminato dall'amministrazione. Si è licenziata e ha accettato il nuovo impiego - e come lei ha fatto pure un collega -, ma la crisi della maggioranza del sindaco Volpi per adesso la lascia senza lavoro.

A Massa non è stato approvato il bilancio consolidato del Comune e quindi il conseguente piano assunzioni che prevedeva quattro posti nelle farmacie pubbliche. Il contratto arrivato a dicembre ora è carta straccia, la notizia ha turbato Sara Bonocore e le ha provocato un malore, con il rischio di un parto prematuro.

Mentre il compagno minaccia le vie legali, ci sono anche sei mobilità da formalizzare e pure queste sono bloccate. Si cercano soluzioni temporanee per i due lavoratori che si sono licenziati, magari con un rientro provvisorio presso gli ex datori di lavoro.

 

Tutte le notizie di Massa

<< Indietro
torna a inizio pagina