Banco Bpm: otto direzioni territoriali, smart working e meno mobilità

(foto da Facebook)
(foto da Facebook)

Otto direzioni territoriali per Banco Bpm, nella quale, per l'area Tirrenica con sede a Lucca, vedrà responsabile Matteo Faissola e responsabile commerciale Elena Pieracci. Questa una delle novità del modello commerciale dell'istituto bancario, nel quale rientra anche la Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno. Le indicazioni riguardano il rafforzamento del presidio del territorio, con la conferma delle agenzie capofila o 'leggere' e sportelli suddivisi in quattro tipi: hub, spoke, indipendenti e indipendenti coordinate. A febbraio 2018, secondo quanto appreso, entreranno in vigore le direzioni territoriali.

Novità anche per i 24mila bancari in forze al Banco: l'accordo previsto con i sindacati ha previsto nuove figure con inquadramento e attività specifici, da cambiare nel momento in cui venga previsto un altro ruolo. Valorizzati la formazione e l'aggiornamento professionale, secondo qaunto spiegato dal condirettore generale Salvatore Poloni in un'intervista al Il Sole 24 Ore. Un occhio di riguardo anche alla tecnologia, che secondo i piani futuri non dovranno rendere necessaria un'accesa mobilità delle risorse umane. In più sarà attivato anche lo smart working in via sperimentale, ossia lo svolgimento di alcune attività anche da casa.

Tutte le notizie di Lucca

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina