Dormitori nelle serre cinesi, sequestrati terreni a Campi Bisenzio

campi_bisenzio_carabinieri_forestali_2018_01_12_sequestro_serre_cinesi_

Da tempo i cittadini di Campi Bisenzio lamentavano fumi maleodoranti, oltre a frutta e verdura non salutari, prodotte da aziende cinesi sui territori della piana fiorentina.

I carabinieri forestali di Ceppeto hanno effettuato una lunga serie di controlli nei terreni agricoli ad uso individuale su cui lavorano pers assieme all'Arma locale, all'ispettorato del lavoro, alla municipale, all'Asl Toscana Centro e al Servizio fitosanitario della Regione Toscana, nell’ambito di una campagna di controlli congiunti nei terreni adoperati da cittadini cinesi.

A Campi, in una proprietà di un cittadino di Campi, venivano coltivati ortaggi di varietà cinese. Nell'ispezione sono emerse diverse criticità, legate alla sicurezza dei luoghi di lavoro, alla presenza di manodopera irregolare, allo sfruttamento di manodopera clandestina,  alla gestione illecita di rifiuti.

Alcune delle persone identificate vivevano all’interno delle serre in condizioni igienico sanitarie disastrose. Sui terreni agricoli all’interno di una delle serre c'erano dei dormitori fatiscenti, una stanza con doccia provvista di boiler elettrico, servizi igienici non conformi con dispersione sul terreno. Tutte le strutture, serre comprese, sono risultate abusive dal punto di vista edilizio.

Si rilevava un accumulo di rifiuti speciali, nonché il ritrovamento all’interno di alcune serre, di numerosi contenitori di prodotti diserbanti e fitosanitari tossici-nocivi, di origine ignota, alcuni vuoti altri pieni o parzialmente usati, non custoditi; inoltre la ditta non produceva il previsto registro dei formulari dei rifiuti prodotti con la sua attività.

Tutta l’area è stata sequestrata in via preventiva e sono state emesse multe per migliaia di euro. È anche partita la denuncia per il titolare dell’attività.

Tutte le notizie di Campi Bisenzio

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina