I Flat Out si preparano ad incidere la loro Lazy Sunday

(foto da Facebook)
(foto da Facebook)

I Flat Out, la rock band vincitrice del concorso indetto dal Comune di San Casciano per valorizzare la creatività giovanile nella musica, si preparano, come veri e propri big della musica, ad entrare in uno studio di registrazione e ad incidere il loro primo brano originale, composto e messo in musica dai componenti del gruppo. L’esibizione di Chiara e Giulia (voci e basso), Aldo (chitarra), Jacopo (tastiere), Francesco (batteria), ragazzi di area fiorentina e senese, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, ha ottenuto il punteggio più elevato tra quelle che hanno concorso alla prima edizione di una manifestazione che ha arricchito la tappa nazionale del GirOlio d’Italia, a San Casciano.  A conquistare la giuria tecnica e popolare del RockOlio che la giunta Pescini ha promosso e organizzato nella sala del Cinema Teatro Everest è stata la performance legata all’esecuzione del pezzo originale Lazy Sunday.

“Una domenica pigra e indolente -  dice il testo scritto da Giulia - bisognosa di sentimenti e amicizie vere, che libera i pensieri e le emozioni più profonde, che soffre e riflette sull’opportunismo delle persone. Una domenica grigia che genera delusione, imprigionata dall’incertezza dei sentimenti e del domani”. Il brano sarà inciso negli studi del produttore musicale Matteo Frullano e poi successivamente trasmesso dalla sede della storica emittente fiorentina Controradio. “Siamo contenti – dichiarano gli assessori Consuelo Cavallini e Roberto Ciappi – di aver assegnato un premio alla band vincitrice che possa stimolare i ragazzi a coltivare la passione musicale e offrire loro l’opportunità di crescere e vivere un’esperienza formativa di alto livello sul piano artistico e umano”. Nella giornata di lavoro, in programma domenica 14 negli studi del produttore musicale Matteo Frullano a Barberino Val d’Elsa, i ragazzi potranno confrontarsi con esperti del settore in ambienti, spazi e strumenti professionali.

La formazione è stata valutata da una giuria di settore, costituita da musicisti, giornalisti, docenti e direttori di scuole di musica, appassionati, amministratori comunali. Hanno espresso le loro preferenze Lorenzo Becattini, il chitarrista Cosimo Zannelli, i componenti del gruppo Quarto Podere, il produttore Matteo Frullano, il presidente della Festa del Volontariato sancascianese Francesco Guarducci,  gli assessori dei Comuni di San Casciano, Tavarnelle e Barberino, Chiara Molducci, Roberto Ciappi, Tatiana Pistolesi e Silvano Bandinelli, il consigliere comunale Duccio Becattini, i direttori delle scuole di Musica di San Casciano e Tavarnelle Ilaria Favini e Fabio Bastianoni, la docente della scuola di canto moderno della Scuola di Musica di Greve in Chianti e Tavarnelle Veronica Fiorini, i giornalisti Edlira Mamutaj (ChiantiSette), Matteo Pucci (Il Gazzettino del Chianti) e Francesco Nidiaci (Tvr TeleItalia).

Fonte: Ufficio Stampa ASSOCIATO DEL CHIANTI FIORENTINO

Tutte le notizie di San Casciano in Val di Pesa

<< Indietro
torna a inizio pagina