Presunte molestie da Zeffirelli: sgomenti Verdone, Nardella e Giani

Carlo Verdone (foto dal sito ufficiale)
Carlo Verdone (foto dal sito ufficiale)

Indignazione, sgomento, irritazione. Queste alcune delle reazioni avute da personaggi del mondo dello spettacolo e delle istituzioni alla notizia delle presunte molestie che Franco Zeffirelli avrebbe fatto nei confronti di Johnathon Schaech durante le riprese del film del 1993 'Storia di una capinera'. Dai dubbi del sindaco di Firenze Dario Nardella, città nella quale ha sede la Fondazione che porta il nome del Maestro, alla convinzione che sia "solo un modo di farsi pubblicità", opinione del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani. Ma l'esternazione più clamorosa arriva da un 'collega' di Zeffirelli, Carlo Verdone, presente a Firenze per la prima della sua ultima fatica 'Benedetta follia'. "Che lo lascino in pace, sono indignato. Queste denunce che arrivano 25 anni dopo non mi quadri. Il cinema è fatto anche di brave persone, non è tutto un put...aio".

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina