Bottiglia contro il bus a Firenze, FdI: "Gravi mancanze dell'amministrazione in periferia"

Giovanni Donzelli e Francesco Torselli
Giovanni Donzelli e Francesco Torselli

"Per anni abbiamo denunciato la situazione di degrado e grave pericolo in via dell'Osteria, dove l'amministrazione comunale ha recentemente annunciato il recupero del Casone, l'immobile da cui ieri notte è stata scagliata la bottiglia che ha colpito e mandato in frantumi il vetro di un bus dell'Ataf. Ancora una volta il Partito democratico ha pensato più all'operazione immobiliare che a risolvere i rischi che vivono ogni giorno gli abitanti di quella zona. Come temuto si tratta del solito annuncio di Nardella che rimane lettera morta e che rappresenta l'ennesima presa di giro nei confronti dei cittadini della zona, che vengono lasciati in balia di criminali, immigrati irregolari e spaccio di droga: il Comune continua a mettere la testa sotto la sabbia". E' quanto affermano i capigruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale della Toscana e in Comune di Firenze Giovanni Donzelli e Francesco Torselli.

"L'episodio accaduto ieri sera è gravissimo e avrebbe potuto provocare conseguenze ben più gravi - sottolineano - la periferia fra Le Piagge, Quaracchi, Brozzi e Peretola è da molto tempo infestata da occupazioni e baraccopoli abusive. L’amministrazione è rimasta sorda alle proteste dei cittadini e alle manifestazioni alle quali abbiamo partecipato: la situazione in quella zona rimane insostenibile. Più volte sono stati annunciati 'finti sgomberi' in seguito ai quali nulla è cambiato: la vivibilità delle periferie è peggiorata sempre di più - concludono Donzelli e Torselli - non possiamo accettare che episodi di criminalità così gravi accadano ancora dopo tutti gli allarmi che sono stati lanciati".

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina