Preghiere in tutte le lingue nella Giornata del Migrante a Firenze

Papa Francesco e il cardinale Betori
Papa Francesco e il cardinale Betori

Preghiere in molte lingue per la celebrazione religiosa multietnica che si è tenuta questa mattina nella chiesa di San Salvatore in Ognissanti a Firenze. Presenza illustre quella dell'arcivescovo Giuseppe Betori, che già con l'accordo per la moschea di Sesto Fiorentino ha mostrato un'importante apertura della chiesa fiorentina alla 'diversità', anche religiosa.

"Il timore non deve diventare odio, non possiamo permettere che i problemi prendano ilsopravvento. nei nostri cuori deve vincere sempre l'accoglienza", ha affermato Betori nella sua omelia, non mancando di citare papa Francesco i verbi della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato: "Accogliere, proteggere, promuovere, integrare". "In ogni uomo e donna che accogliamo riconosciamo il volto di Gesù", ha inoltre affermato.

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina