Use Scotti Rosa, la prima sconfitta arriva dopo 13 partite

narviciute

USE SCOTTI ROSA - CARISPEZIA CESTISTICA SPEZZINA 67-74 (dts)

USE SCOTTI ROSA
Rosellini 12, Calamai 8, Gimignani, Chiabotto 5, Pochobradska 9, Lucchesini 8, Francalanci ne, Malquori ne, Caparrini ne, Manetti 2, Narviciute 13, Brunelli 10. ALl. CIoni (ass. Ferradini/Giusti)

CARISPEZIA CESTISTICA SPEZZINA
Gomes Da Sila 13, Lucca, Corradino 12, Templari 18, Mazza, Tosi 2, Bini ne, Linguaglossa 16, Cadoni 10, Innocenzi ne, Olajide 3, Stoichkova. All. Consolini

Parziali: 19-19 (19-19), 30-38 (11-19), 52-51 (22-13), 63-63 (11-12), 67-74 (4-11)

C’è sempre, come dice il proverbio, una prima volta e per l’Use Rosa arriva proprio all’ultima giornata del girone di andata. Dopo 13 vittorie consecutive Spezia impone alle ragazze di Alessio Cioni il primo stop al termine di una partita bellissima e, non a caso, condotta punto a punto e risolta solo al supplementare. A fare la differenza sono i minori errori che le ospiti commettono al tiro e nei momenti decisivi, mentre l’Use Rosa sbaglia troppe conclusioni facili che, visto quando arrivano, avrebbero potuto indirizzare diversamente la gara. Ma, siccome con i se non si fa niente, merito alla formazione di coach Consolini che gioca una gran bella partita e che, nel supplementare, è praticamente perfetta vincendo con merito. L’Use Rosa, ovviamente, cade in piedi visto che comunque la squadra lotta fino in fondo e gioca alla pari con le avversarie finendo per capitolare solo dopo 45’.

La Calamai apre le danze e la gara è equilibrata anche se la Scotti scivola anche a meno 5 (11-16) salvo poi recuperare ed impattare con una bomba della Brunelli sulla sirena: 19-19. La Rosellini riapre le danze e questa è una fase importante del match visto che le biancorosse, all’ottima intensità difensiva che porterà Spezia a segnare il primo canestro dopo 4 minuti, non riescono a mostrare altrettanta lucidità in attacco tanto che, dopo il risicato 26-25, le ospiti si sbloccano e a suon di bombe vanno al riposo lungo sul 30-38. La ripartenza promette bene con un 5-0 a firma Pochobradska-Narviciute e con la Chiabotto che dalla lunga sigla il sorpasso: 38-40. Spezia riallunga (42-48) e Brunelli e Lucchesini riportano sotto l’Use Rosa che, proprio sulla sirena, trova ancora con la Rosellini la bomba del 52-51. Nell’ultima frazione nessuna delle due riesce ad allungare tanto che al 7’ siamo 58 pari. A 100 secondi dalla sirena Spezia vola sul 60-63 ma coach Cioni gioca la carta Rosellini che mette il tiro pesante del 63-63 ad un minuto dalla sirena. La Brunelli prende la bomba che sarebbe forse decisiva ma la palla si ferma sul ferro e sull’ultimo possesso ospite una gran stoppata della Narviciute manda le squadre al supplementare. Nei 5 minuti che restano da giocare Spezia sbaglia davvero poco a differenza della Scotti che comunque non molla mai. A 35 secondi dalla sirena la Brunelli mette un libero (67-71) mentre Spezia ne sbaglia subito dopo 2. Ci sarebbe sempre il tempo per provarci ma sull’azione d’attacco ci si mette anche la sirena a suonare senza motivo ed arriva la palla persa dell’Use Rosa. Vince così Spezia 67-74 anche se gli applausi del pubblico sono per entrambe.

Nel prossimo turno la Scotti osserverà un turno di riposo e tornerà in campo sabato 27 alla Lazzeri contro la Savonese. La strada è lunga, ma l’Use Rosa c’è.

--
Marco Mainardi
Ufficio Stampa Use/Use Rosa
348 6459533

Fonte: Use Basket Empoli

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina