A Pisa si parla del più grande mistero italiano della Guerra Fredda

strategia del gatto

E’ uno dei misteri italiani del dopoguerra che più ha colpito l’immaginario collettivo: l’esistenza di un’organizzazione paramilitare segreta che aveva funzioni di protezione dello Stato da eventuali invasioni. Sarà proprio la città di Pisa ad ospitare il più grande mistero italiano della Guerra Fredda. La storia romanzata di quell'evento verrà raccontata  dalla giornalista Laura  Sebastianutti e dal ricercatore storico Franco Tosolini in un libro dal titolo “La strategia del Gatto - Il più grande mistero italiano sulla Guerra Fredda”, edito da Eclittica edizioni di Massa, con la prefazione del giornalista Giovanni Fasanella. Il romanzo verrà presentato venerdì 19 Gennaio alle 17:30 presso la Libreria Blu Book a Pisa in via Toselli 23.

Attraverso questo libro, viene raccontata la storia di una giovane giornalista, che passeggiando nelle vicinanze di casa, scopre l'esistenza di un edificio, apparentemente abbandonato, che suscita in lei curiosità e sospetto. Il via vai che improvvisamente vede attorno al capannone recintato , la spinge ad indagare, nella speranza di uno scoop che la metterebbe in luce nel quotidiano di provincia per il quale lavora. In realtà non sa che sta per scoperchiare un “vaso di pandora” che ha a che fare con la guerra fredda, i servizi segreti, la strategia della tensione e le stragi di Stato. Su tutto campeggia un simbolo: una sorta di giglio stilizzato, che rappresenta la chiave del segreto. Ed è proprio lei, che lo porterà quasi inconsapevolmente alla luce. E solo alla fine sarà chiaro che tutto ciò che accade non avviene mai per caso. Quindi, se siete appassionati di gialli ma anche di storia, non vi resta che leggerlo!

Giulia Meozzi

Tutte le notizie di Pisa