Scuola e università, gli studenti incontrano gli atenei a 'Pontedera incontra'

pontedera_scuola_santa_lucia01

Un bellissimo fermento quello che si respira in questi giorni nel villaggio scolastico di Pontedera, con tutti gli istituti superiori della città coinvolti dall’iniziativa “Pontedera Orienta” patrocinata anche dalla Conferenza Educativa Zonale, dal CRED e dall’Unione Valdera.

Sono circa 1000 infatti gli studenti, più precisamente quelli che frequentano l’ultimo anno delle superiori, che autonomamente hanno scelto di prendere parte agli innumerevoli incontri di orientamento organizzati dall’IPSIA Pacinotti, dall’ITCG Fermi, dall’ITIS Marconi, dal Liceo Montale e dal Liceo XXV Aprile in collaborazione con l’Università di Pisa.

Nel corso della conferenza stampa che si è svolta presso l’ITCG Fermi si è delineato, in maniera puntuale, gli intenti di questa intensa tre giorni che a partire da Mercoledì 17 Gennaio e fino alle ultime ore della mattina di Venerdì 19 Gennaio ha visto lavorare a stretto contatto gli insegnanti, il personale ATA, i dipartimenti dell’ateneo pisano e gli studenti dei vari istituti in un’atmosfera davvero corroborante e costruttiva.

All’incontro hanno partecipato la Presidente dell’Unione Valdera, Lucia Ciampi, la coordinatrice del Cred Valdera, Annamaria Braccini, Antonella del Corso, prorettrice per gli studenti e il diritto allo studio dell’Università di Pisa, Barabara Testa, dell’Ufficio Orientamento e Job Placement dell’ateneo pisano, e i dirigenti scolastici dei vari istituti secondari di Pontedera a partire da Luigi Vittipaldi, DS dell’ITCG Fermi, a Pierluigi Robino, DS dell’ITIS Marconi, da Lucia Orsini, DS del Liceo Montale, a Marilena Balduani, Professoressa dell’IPSIA Pacinotti.

A fare gli onori di casa è stata la Professoressa Marilina Saba, referente e coordinatrice delle attività di Alternanza Scuola-Lavoro per L’ITCG Fermi che ha introdotto gli ospiti lasciando la parola al Dirigente Scolastico Luigi Vittipaldi che ha ringraziato tutti gli artefici di questa bella iniziativa e tutti coloro che l’hanno resa possibile a partire dagli insegnanti e dal personale ATA dei vari istituti. A porre l’accento sull’utilità di questi percorsi di orientamento sono stati tutti i dirigenti scolastici presenti al’incontro che hanno sottolineato come questo percorso abbia come obbiettivo fondamentale il mondo del lavoro, ovvero il “mestiere” che gli studenti vorranno esercitare in futuro e come questa aspirazione passi necessariamente dagli studi universitari.

La Presidente dell’Unione Valdera, Lucia Ciampi, rallegrandosi per l’iniziativa ha elogiato il metodo di lavoro sinergico con cui è stata realizzata e, dopo aver portato i saluti degli altri Sindaci della Valdera, ha evidenziato come anche il progetto dell’alternanza scuola lavoro sia una buona idea e possa rappresentare un’esperienza significativa e utile per la formazione dei ragazzi, se ben gestita. E su questo argomento Annamaria Braccini del Cred Valdera ha ribadito come scuola e amministrazioni coordinate dal Cred formino ormai un gruppo di lavoro solido capace di motivare i ragazzi a vivere l’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro come un concreta opportunità che possa aprire una finestra sul proprio futuro.

E nel prossimo futuro di molti studenti che frequentano l’ultimo anno delle scuole superiori c’è l’Università di Pisa che per “Pontedera Orienta” ha dislocato nei vari istituti tutti i dipartimenti dell’ateneo, come ha confermato la Professoressa Antonella del Corso che, nel suo intervento, ha affermato la peculiarità di questa iniziativa, assolutamente significativa nel panorama regionale e fondamentale per aiutare i ragazzi a scegliere consapevolmente l’indirizzo di studi che li porterà ad esercitare la professione che desiderano.

Così gli studenti del quinto anno delle superiori hanno potuto iscriversi agli incontri programmati dai dipartimenti universitari nei vari istituti, spostandosi autonomamente da una scuola all’altra per ascoltare i docenti dell’ateneo pisano illustrare il proprio corso di laurea, le materie d’insegnamento e le possibilità d’inserimento lavorativo che la loro facoltà offre.

Ad impreziosire ulteriormente questa bellissima iniziativa la presenza di tanti altri ospiti come la Scuola Superiore Sant’Anna, gli Istituti Tecnici Superiori della Toscana, la Fondazione Campus di Lucca, la Scuola dei mediatori linguistici di Pisa e l’agenzia formativa Modartech di Pontedera.

L’iniziativa ha coinvolto anche alcuni studenti delle classi quarte delle scuole secondarie che, sempre nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, hanno allestito punti di accoglienza e fornito tutte le informazioni logistiche relative agli incontri di “Pontedera Orienta” ai loro compagni di quinta.

Così per tre giorni il Villaggio Scolastico di Pontedera si è letteralmente animato con studenti dei vari istituti che si sono spostati ad esempio dall’ITCG Fermi al Marconi per conoscere qualcosa di più della facoltà di Informatica o dall’IPSIA al Liceo Montale per conoscere più approfonditamente le possibilità che offre il dipartimento di Chimica.

Nel corso della conferenza sono stati forniti anche alcuni dati parziali relativi alla presenza degli studenti ai molteplici incontri di “Pontedera Orienta”.

Le facoltà che hanno destato maggiore curiosità nei ragazzi sono Biologia, Medicina ed Economia che, a quanto pare, interessano trasversalmente gli studenti delle classe superiori dei vari istituti pontederesi. E se il dipartimento di ingegneria ha convogliato principalmente l’interesse dei ragazzi dell’ITIS dell’ITCG Fermi e del Liceo XXV Aprile, facoltà come Giurisprudenza intercettano la sete di conoscenza di studenti di tutti gli istituti.

Insomma “Pontedera Orienta”, grazie all’impegno e alla dedizione di tutte le componenti della scuola, pare aver pienamente soddisfatto le richieste dei ragazzi, desiderosi di comprendere quale percorso di studi sia più congeniale al mestiere che hanno in mente di fare.

E per fugare ogni dubbio l’ateneo pisano ha annunciato che dal 12 al 23 Febbraio partiranno gli open days dell’Università con i dipartimenti aperti per fornire informazioni ancor più dettagliate a tutti gli studenti che pensano di iscriversi, compresi i famosi test di valutazione che rappresentano il primo scalino da superare per accedere al corso di studi.

Fonte: Unione Valdera - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pontedera

<< Indietro
torna a inizio pagina