Casse di espansione e parco urbano del Mensola, giornata di sopralluoghi

Sopralluoghi Mensola 13.02.2018

Giornata di sopralluoghi oggi sul cantiere per la realizzazione delle casse di espansione e del parco urbano sul T. Mensola a Firenze progettato e condotto dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno sulla base di un accordo con Regione Toscana e Comune di Firenze. Insieme al presidente del Consorzio Marco Bottino presenti il Sindaco Dario Nardella e l’Assessore all’Ambiente Alessia Bettini del Comune di Firenze, il Presidente Michele Pierguidi, consiglieri e cittadini del Quartiere 2, il referente della Struttura di Missione presso la Presidenza del Consiglio ItaliaSicura Mauro Grassi e l’Assessore alla Difesa del Suolo della Regione Toscana Federica Fratoni.

Un’opera idraulica strategica finanziata, come ricordato da Mauro Grassi, grazie al piano per la messa in sicurezza delle città metropolitane della Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio Italiasicura per 10 milioni e per altri 5 dalla Regione Toscana, come ricordato da Federica Fratoni, ed affidata con una convenzione di cui fa parte anche il Comune di Firenze alla progettazione ed attuazione a cura del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno che - ha sottolineato il Presidente Marco Bottino – ha saputo progettare, mettere a gara e avviare i lavori in tempi davvero record e che sta procedendo spedito verso l’obiettivo di concludere tutto entro la primavera 2019.

Il risultato interesserà una superficie complessiva di 18 ettari, per uno sviluppo lineare di 1,4 km, un totale di oltre 250 mila mc di acque di piena invasabili grazie a diverse sistemazioni idrauliche: una prima area di laminazione “D’Annunzio”, una cassa di espansione “Torre”, una cassa di espansione “Guarlone”, il collegamento idraulico Torre-Guarlone e diverse opere di difesa (muri, argini, etc.) per una maggiore sicurezza e riqualificazione di un torrente all’apparenza piccolo e di scarsa portata ma in realtà pericoloso, anche in anni recenti tra il 1991 e 1993 come dimostrano le mappe di allagabilità dell’area.

Gli intervenuti hanno convenuto tutti sul fatto che il riassetto idraulico del torrente Mensola, con la realizzazione di tre aree di espansione e di nuove arginature, ha un duplice obbiettivo: da un lato la messa in sicurezza e la riduzione del rischio idraulico di un territorio che in più occasioni ha manifestato la propria fragilità; dall'altro, quella di valorizzare i caratteri ambientali e paesaggistici di una tra le più pregiate aree verdi di Firenze, creando al contempo il secondo parco urbano della città e un nuovo punto di accesso all'Anpil del Torrente Mensola con sistemazioni di rifinitura che saranno discusse e partecipate in prossimi occasioni di incontro con la cittadinanza.

Fonte: Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina