Banca Valdichiana lancia il 'Premio fedeltà'

banca_valdichiana_pieve_al_toppo_civitella_2016_07_11__2

“In una fase storica ed economica difficile e di grande incertezza, abbiamo voluto dar vita a questo evento per ringraziare i nostri soci più anziani che ancora oggi rappresentano il nostro punto di riferimento e la nostra ispirazione per guardare con più fiducia al futuro”. Sono parole del presidente di Banca Valdichiana, Carlo Capeglioni, in vista dell’evento che coinvolgerà l’intera comunità di Banca Valdichiana. Sono, infatti, ben 185 i Soci di Banca Valdichiana che domenica 11 marzo alle 15 riceveranno, presso il Teatro Poliziano di Montepulciano, il “Premio fedeltà”, ovvero un riconoscimento per l’attaccamento alla propria BCC che verrà consegnato loro dal presidente Carlo Capeglioni, dal direttore Beniamino Barbi e da tutti i consiglieri di amministrazione della Banca.

“Un piccolo riconoscimento ma con un grande valore simbolico – spiega ancora il presidente  -  la nostra Banca nasce infatti dalle fusioni successive di tre BCC molto radicate nel territorio  con una storia molto lunga, la cui forza e peculiarità è sempre stato il profondo legame con le proprie comunità di riferimento e le proprie basi sociali.”

I Soci premiati – provenienti da tutta l’area di competenza compresa tra le province di Siena, Arezzo e Perugia – sono coloro che a dicembre 2017 hanno maturato un’anzianità di 25, 40 e 50 anni e il premio consiste in un diploma e in una medaglia di benemerenza “alla fedeltà e al merito” del Credito Cooperativo.

La serata, che sarà presentata dal giornalista Diego Mancuso, sarà allietata dalla Banda “Henze” dell’Istituto di Musica di Montepulciano. L’ensemble aprirà la serata con un brano di benvenuto e poi scandirà le premiazioni con intermezzi musicali tra i gruppi di Soci.

I premiati prevedono 12 Soci con 50 anni di anzianità, 47 Soci con 40 anni di iscrizione e ben 125 con 25 anni. La conclusione della serata sarà affidata al giovane pianista chiusino, allievo dell’Istituto di musica poliziano, Giacomo Margheriti, dopo la cui esibizione è previsto un brindisi nel Foyer del Teatro.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Arezzo

<< Indietro
torna a inizio pagina