San Miniato terra di sportivi: i campioni Barsotti e Baldini premiano i migliori atleti del 2017

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

La serata 'Sportivo dell'anno 2017' a San Miniato: due medaglie d'oro premiano i campioncini sanminiatesi. Spazio anche per ricordi, divertimento e integrazione


San Miniato terra del tartufo e della cultura, ma anche dello sport. La città della Rocca si è confermata come fucina di talenti in molte discipline sportive e lo ha fatto di fronte a due campioni, due persone che hanno scritto la storia: Alberto Barsotti e Stefano Baldini. All'Auditorium Carismi ieri, venerdì 13 aprile, si è tenuta la cerimonia di premiazione dello 'Sportivo dell'anno 2017', un evento che rientra nel calendario sanminiatese, il cui culmine è a settembre con la Festa dello Sport.

Moltissimi giovani atleti di San Miniato hanno ricevuto un premio per i risultati del 2017. Il sindaco Vittorio Gabbanini, l'assessore allo sport David Spalletti, il presidente della consulta per lo sport Mauro Quagli e i due campioni Barsotti e Baldini hanno accolto sul palco calciatori, fondisti, pattinatori, ciclisti e molti altri. Una serata emozionante, nel ricordo di una persona che ha fatto grande lo sport di San Miniato e che da un anno non c'è più: Moreno Guerri, il 'Pres' del Gruppo Pattinaggio, opportunamente ricordato con un premio alla memoria.

C'è stato tempo anche per parlare di sport con due ospiti importantissimi. Alberto Barsotti, cresciuto a La Rotta (Pontedera) nel Csi Esperia, ha raccontato le emozioni della sua doppia vittoria negli 800 m piani nel 1985 e 1986, quando fu campione italiano in quella specialità. Si è parlato di corsa, nel senso sportivo del termine, anche con un'altra medaglia d'oro. Stefano Baldini fu campione olimpico ad Atene nel 2004, oltre ad avere il record di sempre di un italiano alla maratona. Tra consigli, qualche battuta e un po' di aneddoti, Barsotti e Baldini hanno dato vita a una piacevole discussione.

"Penso che l'educazione sportiva sia la base per i talenti di domani. Alle volte le capacità tecniche da sole non bastano, serve leadership e serve una figura di riferimento, come fu per me il professor Piergiorgio Malucchi. Bisogna anche imparare a tirarsi su dalle sconfitte, questo può essere un consiglio per uscire da un momento di sofferenza dell'atletica" ha detto Barsotti. Sulla stessa linea d'onda anche Baldini, il quale nel pomeriggio aveva svolto un allenamento a Fontevivo con l'Atletica La Rocca: "Non si deve vivere di ricordi e di passato, per quanto possa esser stato bello. Dobbiamo guardare avanti e far crescere i ragazzi con strutture all'avanguardia. Lo sport è anche un mezzo per l'inclusione, quindi direi di viverlo con più serenità".

A proposito di inclusione, uno dei momenti più toccanti della premiazione è stato quando sono salite sul palco le società sanminiatesi nelle quali militano alcuni migranti. Ancora una volta, come ha sottolineato il sindaco Gabbanini, lo sport si è dimostrato un collante e un'arma contro i pregiudizi. "A San Miniato puntiamo molto sullo sport, l'assessore Spalletti lavora benissimo da anni. Possiamo crescere ancora e lo faremo, teniamo molto alle nostre strutture e ai nostri atleti" ha concluso il primo cittadino.

I PREMIATI

A ricevere gli ambiti riconoscimenti per la categoria atleti/associazioni sportive di San Miniato: Roberta Fioravanti (Centro Ippico San Goro), Letizia Tasciotti (Ciclistica San Miniato/santa Croce ASD), Marco Giusti (Nos Racing), Matteo Colangelo (Motoclub Pellicorse), Massimiliano Fortunato (Canoa San Miniato), Francesco Lami (Canoa San Miniato) e Giuditta Diamante (GS Pattinaggio San Miniato).

Categoria atleti di San Miniato che operano in società sportive fuori dal Comune: Aurora Piazza (Polisportiva Coop Empoli), Denise Cavallini (Società Sportiva Gomasio Empoli), Nathalie Maria Fogli (ASD Luna Rossa), Melody Santarpia (ASD Luna Rossa), Aurora Cantini (ASD Luna Rossa) e Martina Alfei (Aquateam).

Categoria squadre Città di San Miniato: Leonardo Pavi dell'Innocenti, Mattia Puccini, Alessio Puccioni, Leonardo Minniti, Iacopo Tadei, Leonardo Tomei, Giulia Pavi dell'Innocenti, Ettore Esposito, Danilo Bartoli, Vittoria Cappellini, Mattia Rizzo, Paul Cappellini e Damiano Gallerini (ASD San Miniato Ciclismo), la squadra Real Isola ASD e la Polisportiva Casa Culturale.

Categoria dirigenti, allenatori e volontari delle associazioni sportive del Comune di San Miniato: Massimo Fogli (Ciclistica San Miniato/Santa Croce ASD), Giuseppino Argentesi (CC Romaiano), Gianluca Battini (CC Romaiano), Roberto Fiorentini (ASD Atletica La Rocca), Stefano Rossi (ASD Ateltica La Rocca), Cesare Carrara (ASD Atletica La Rocca) e Maurizio Eugenio (Canoa San Miniato).

Categoria Sport e Solidarietà: Sanminiatese ASD.

Categoria Sport e Scuola: progetto “Nessuno escluso” professor Luca Niccolai, professoressa Maria Alberta Faraoni e professoressa Silvana Chini.

Categoria Sport e Territorio: Luciano Cantini (Podisti Pontaegolesi), Filippo Reali (Omega), Fabiola Turbati (Podismo Il Ponte), Sabatino Mascagni (Polisportiva Casa Culturale), Mauro Auseretti (Fratres), Piero Guardini (Sala '78), Carlo Ronzulli (Ricorunning) e Ivano Leoni (La Rocca).

Categoria Sport e Integrazione: Tana delle Tigri ASD, Onyene Azubulke e Geuebre Alassane (GS Le Colline ASD), Michael Ferdinand e Dwight Mammi (US Balconevisi ASD), Lamine Fatty (Atletica La Rocca), Zakaria Mubasiru, Ousman Kambi, Mahamadi Guene e Djibril Diaby (Canottieri San Miniato ASD).

Categoria ambasciatori dello sport sanminiatese nel mondo: Sergio Susini, Elisabetta Freschi, Giovanna Passeri, Gabriele Daniolo, Marzio Gabbanini, Loredano Arzilli, Roberta Salvadori, Filomena Lo Russo, Giuseppina Provenzano, Cataldo Albanese, Fioretta Matteucci e Sabatino Mascagni (Polisportiva Casa Culturale) e Massimo Gabbanini (Tria Ros).

Premio speciale alla carriera a Moreno Guerri (GS Pattinaggio San Miniato) e premio speciale “Giuseppe Cerone”, categoria dirigenti e volontari delle associazioni, a Erino Salvadori.

 

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina