Addio a Vittorio Taviani, Giani: "Un talento che ha raccontato l'Italia, la vita e il sogno"

Eugenio Giani
Eugenio Giani

“Se n’è andata una grande personalità della cultura toscana contemporanea. Un talento, un occhio raffinato e impegnato che ha raccontato l’Italia, la vita e il sogno. Il cinema che ci hanno regalato i grandi maestri Taviani è stato di ‘cultura’ ma anche di struggente poesia”. Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, porge l’omaggio a Vittorio Taviani e unisce la voce dell’assemblea regionale al mondo delle istituzioni e della cultura che salutano “un grande toscano e un concittadino illustre, al quale la Regione Toscana nel 2001 aveva consegnato il Gonfalone d’argento”.

Il presidente testimonia il ricordo personale di quando, come presidente del Consiglio comunale di Firenze, propose la cittadinanza onoraria per Vittorio e Paolo: “Una giornata ricca di emozioni che mise in rilievo il profondo legame dei fratelli Taviani con la città natale di San Miniato, la città di Firenze e in generale tutta la Toscana”.
Film come ‘Padre padrone’, ‘La notte di San Lorenzo’, ‘Good morning Babilonia’ fino a ‘Cesare deve morire’, “rimarranno nella storia più alta del cinema italiano”, aggiunge Giani. Vittorio Taviani sarà commemorato all’inizio della prossima seduta del Consiglio regionale.

Fonte: Consiglio regionale della Toscana

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina