Aton Luce in crisi, Cgil: "Salviamo l'ultima vetreria dell'Empolese"

L'Aton Luce di Montelupo Fiorentino
L'Aton Luce di Montelupo Fiorentino

"Salviamo Aton Luce, una delle ultime vetrerie dell'Empolese" è il grido che arriva da Giuseppe Dentato e Edmond Velaj della Filctem Cgil. L'azienda, situata a Montelupo Fiorentino, è la ex vetreria Lux e rischia la chiusura. La crisi l'ha investita e c'è stato un contraccolpo, ma è riuscita ad arrivare fino a oggi. Da due anni il fatturato è in calo: "Aton Luce è passata da 7 milioni a 5.2 milioni nell'ultimo consuntivo, per il 2018 i clienti hanno garantito solo il 30% del fatturato".

Il problema sta, dunque, tutto lì. Per questo la Cgil di Empoli ha deciso di lanciare un messaggio: "Invitiamo le istituzioni e gli enti locali, ma anche il mondo delle imprese, a manifestare interesse per salvare Aton Luce. ha possibilità di fare impresa, l'attuale fatturato non è male e gli stipendi sono stati pagati. Servono solo clienti, spiragli per continuare ci sono".

Inizialmente l'azienda aveva previsto un licenziamento di tutti i dipendenti e la cessazione dell'attività. Aton Luce ha 45 dipendenti, dall'età media tra 40 e 50 anni. Da sei mesi l'ex Lux non versa in ottime condizioni, ma solo due settimane fa la Cgil ha incontrato l'azienda per farla desistere. Da parte dell'impresa montelupina c'è stata un'apertura, gli otto soci hanno dato appuntamento al sindacato per la prossima settimana. Intanto, hanno annunciato Velaj e Dentato, sarà aperto un tavolo con la Regione Toscana per l'unità di crisi.

"Ragioniamo su una possibile base di sette o otto esuberi. La situazione non è rosea ma con sforzi seri e assunzione di responsabilità allora si può andare avanti. Servono investimenti per rilanciare la produzione, così come più attenzione" hanno concluso Dentato e Velaj.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Montelupo Fiorentino

<< Indietro
torna a inizio pagina