Rapine e palpeggiamenti a turiste, pm conferma gli assalti nella notte del 13 marzo

Il Palazzo di Giustizia di Firenze
Il Palazzo di Giustizia di Firenze

Rapina, tentata rapina, violenza sessuale, tentata violenza sessuale, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale: questi i reati a cui sono chiamati a rispondere il marocchino e i tre fiorentini. Intorno alle 1 del 13 marzo scorso, secondo la procura di Firenze, gli imputati furono coinvolti in tre assalti distinti a ragazze americane, a Firenze per studio o turismo tra via Pellicceria e piazza della Repubblica.

Sei turiste americane hanno testimoniato questa mattina a Firenze in incidente probatorio davanti al gip Sara Farini. Le donne sono state sentite come parti offese e testimoni, e hanno confermato le versioni denunciate e i riconoscimenti degli aggressori. Quella notte si registrarono episodi di palpeggiamenti e rapine delle borse, anche sotto la minaccia di un coltello: glia autori sarebbero un marocchino di 22 anni e tre fiorentini tra i 20 e 23 anni, fra cui una ragazza.

Due amiche statunitensi furono assalite per prime con violenza, a una fu rapinata la borsa, che le fu strappata di mano; all'altra fu tentata la rapina della borsa con modalità simili. Secondo le ricostruzioni la 20enne fiorentina, per prendere la borsa, afferrò l'americana per i capelli fino a farle battere la testa sull'asfalto, mentre un altro fiorentino, co-indagato, si frappose tra queste e un ragazzo americano venuto in soccorso delle connazionali rompendogli una bottiglia in testa e inoltre palpeggiò una delle due statunitensi. La 20enne fiorentina mostrò un coltello col manico rosso mimando il gesto "di tagliare la gola" alle vittime.

Pochi minuti dopo il secondo assalto. Il 22enne marocchino strappò la borsa da un'altra giovane passante, ma senza riuscirci perché in difesa della giovane intervennero due ragazze fiorentine.

Seguì un terzo assalto: una tentata rapina ad altre ragazze, tre americane. Il marocchino strappò la borsa a una e la passò ai complici ma la 20enne fiorentina fu accerchiata dalle americane che pretendevano il mal tolto. Ancora una volta l'indagata prese il coltello per farsi strada e scappare, intanto il marocchino e i giovani fiorentini alzarono la maglietta e palpeggiarono il seno di una delle tre turiste assalite, che era rimasta isolata.

I 4  indagati dovranno rispondere anche di lesioni personali per le ferite inflitte alle americane e al ragazzo intervenuto nel primo episodio, che ha ottenuto una prognosi da cinque a sette giorni per il colpo subito e resistenza per aver tentato di fuggire ai carabinieri.

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

loading...
torna a inizio pagina