"Mi hanno rapinato in piazza", ma si era inventato tutto: denunciato fucecchiese

cappello_carabinieri_generica_

Era in difficoltà economiche e per questo ha pensato di fingere un ingente furto. Ma i carabinieri della stazione di Fucecchio hanno scoperto l'inganno e hanno denunciato un 48enne di zona per simulazione di reato. L'uomo ieri mattina è giunto in caserma affermando di essere stato rapinato in una pizza poco lontano per mano di un soggetto che lo aveva minacciato con un coltello. Con sé aveva, a suo dire, 1.100 euro in contanti. L'aggressione sarebbe avvenuta alle sue spalle, così che non poteva aver visto il volto del malvivente o altri dettagli utili per l'indagine.

Ai militari la versione dei fatti è parsa fin da subito difficile da credere. Infatti dopo aver ripercorso la strada fatta dal presunto rapinato, grazie anche a delle telecamere presenti in zona, i carabinieri hanno capito che la rapina non c’era mai stata. Infine, il colpo di scena finale: da un controllo all’auto dell'uomo è stato trovato il portafoglio, occultato nel vano della ruota di scorta. A quel punto il finto rapinato non ha potuto far altro che confessare, dicendo che aveva inventato tutto ammettendo difficoltà economiche e l’impossibilità di far fronte ad alcuni impegni assunti.

Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro
torna a inizio pagina