Sicurezza a Santa Maria a Monte, attive quattro telecamere con l''alert' per le targhe

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

Un nuovo progetto di videosorveglianza sulle strade di Santa Maria a Monte: è attiva una postazione con quattro telecamere a alta definizione alla rotatoria di Ponticelli tra la sp66 e la Francesca bis, uno degli snodi più importanti del traffico del Comune. La polizia municipale e i carabinieri potranno seguire gli spostamenti delle auto sulla rotonda e saranno allertati quando passerà una vettura 'sospetta'. Se una targa è infatti presente in una specifica blacklist, allora il server segnalerà il transito della suddetta vettura.

Sarà inoltre possibile fare una ricerca parziale delle targhe transitare dalla zona videosorvegliata, in modo tale da ampliare la ricerca. Per esempio, sarà possibile ricercare solo la parte in lettere o in numeri della targa e il server darà tutte le combinazioni possibili. Il tutto, ovviamente, ristretto agli ultimi sette giorni. In questo modo, polizia municipale e carabinieri potranno risalire subito alla vettura di cui hanno bisogno. In più, il servizio sarà fruibile anche da polizia di stato e guardia di finanza.

Questo servizio è stato approvato dalla Prefettura e ha ricevuto un finanziamento da 20mila euro da parte della Regione Toscana. Il progetto sarà implementato in futuro con una nuova postazione di videosorveglianza a Montecalvoli, tra all'abitato e il confine con Pontedera e Calcinaia. Anche questa seconda parte è già stata finanziata.

"Abbiamo investito sulla qualità delle immagini per rendere Santa Maria a Monte più sicura. La sicurezza e la prevenzione dei reati sono stati il motore trainante di questo piano, reso possibile a un sistema di 'intelligent video' creato da professionisti" ha detto il comandante della polizia municipale di Santa Maria a Monte Francesca Meucci.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Santa Maria a Monte

<< Indietro
torna a inizio pagina